Chirurgia endocrina: trattamenti e percorso di cura

Chirurgia endocrina: trattamenti e percorso di cura

Il chirurgo endocrino tratta le patologie delle ghiandole endocrine, in particolare tiroide, paratiroide e surrene, che hanno un'indicazione chirurgica. La dott.ssa Emanuela Traini, responsabile dell’U.O.C. di chirurgia endocrina all'interno dell’Ospedale San Carlo di Nancy, ci spiega le principali attività dell’unità operativa. 

 

Quali sono le patologie di interesse del chirurgo endocrino? 

“Le patologie che conducono all’indicazione chirurgica possono essere di due tipi: patologie di tipo funzionale o patologie che determinano sindromi compressive locali. Nel primo caso si verifica un eccesso di produzione di ormoni da parte delle ghiandole, e quindi nell'esempio della tiroide si parla di ipertiroidismo, che può essere causato dal morbo di Basedow, dal gozzo multinodulare tossico, oppure dal morbo di Plummer.  

Nel secondo caso si parla di patologie che determinano sindromi compressive locali, quindi aumenti volumetrici delle ghiandole che producono disturbi da compressione, come ad esempio il gozzo compressivo e il gozzo endotoracico immerso. Infine, si ricorre alla chirurgia endocrina per la terapia chirurgica dei noduli sospetti della tiroide o del surrene, quindi nel caso di patologie neoplastiche come il carcinoma tiroideo o sospetto carcinoma corticosurrenale.” 

  

Quali sono i principali trattamenti chirurgici?  

“I principali trattamenti chirurgici delle ghiandole endocrine comprendono le tecniche convenzionali - quindi la tiroidectomia, la paratiroidectomia, la surrenectomia -, e i medesimi interventi eseguiti con approcci mininvasivi. In particolare, vengono eseguite tecniche mininvasive video assistite che consentono di trattare le patologie delle ghiandole endocrine del collo, quindi tiroide e paratiroidi, con dei piccoli accessi e con l'ausilio della videocamera che consente di ampliare e magnificare l'immagine, garantendo un controllo estremamente preciso delle strutture anatomiche da preservare. Per ciò che concerne il surrene vengono applicate tecniche mininvasive di tipo laparoscopico o retroperitoneoscopico, che consentono di eseguire la surrenectomia in maniera mininvasiva, con dei piccoli accessi e l'utilizzo di strumenti endoscopici” 

  

Come si sviluppa il percorso di cura del paziente con patologie endocrinologiche?  

“Il percorso di cura del paziente con patologia endocrinologica è un percorso complesso che prevede necessariamente una multidisciplinarietà e quindi una presa in carico da parte di più specialisti che possono accompagnare il paziente dal momento della prima diagnosi fino a condurlo alla migliore terapia, sia essa medica o chirurgica. All'interno di Ospedale San Carlo di Nancy disponiamo di un'unità integrata che mette insieme più specialisti in grado di farsi carico del paziente in tutto il percorso, sia dal punto di vista medico che chirurgico, e di reintrodurlo nel medesimo percorso per i controlli dopo il trattamento.” 
 

Per maggiori informazioni visita il sito o contattaci tramite il form dedicato

Revisione medica a cura di: Traini Emanuela
Le informazioni contenute nel Sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica.