Ospedale Cortina / 26 novembre 2021

Protesi alla spalla: i consigli pratici per il dopo-intervento

Protesi alla spalla: i consigli pratici per il dopo-intervento
Dopo l'intervento di protesi alla spalla, seguire il protocollo riabilitativo e osservare alcuni comportamenti nel corso della convalescenza, è essenziale per una ripresa progressiva e abbastanza rapida della funzionalità dell’arto, in modo da poter tornare a svolgere le attività quotidiane senza limitazioni. 

Quali sono i consigli pratici per il dopo-intervento?

Al momento delle dimissioni – spiega il Dottor Alberto Malaguti Specialista in Ortopedia e Traumatologia all'Ospedale Cortina – il paziente indossa un tutore che sostiene il braccio nella posizione corretta e che può essere rimosso, almeno per le prime 2 settimane dall’intervento, solo per consentire le principali azioni quotidiane come mangiare, lavarsi, vestirsi.

La ripresa è piuttosto rapida: dopo 4 settimane il paziente può muovere il braccio autonomamente e dopo 3 mesi è in grado di svolgere, nuovamente, le attività abituali della vita quotidiana.

Tra l’inizio della riabilitazione e il completo recupero, si possono seguire, alcuni suggerimenti pratici che rendono anche meno doloroso il post-operatorio:
  • Come lavarsi - per l'igiene del viso, ad esempio, si può togliere il tutore tenendo il braccio lungo il corpo, sollevare con il braccio sano l’avambraccio del braccio operato e appoggiarlo sul bordo del lavandino. Per le prime 2/4 settimane non è consentito fare il bagno o la doccia fino a quando la ferita non è completamente cicatrizzata
  • Come mangiare - si può togliere il tutore tenendo il braccio operato lungo il tronco, poi si solleva con l’arto sano l’avambraccio e si posa sul tavolo 
  • Come vestirsi - tenere il braccio lungo il corpo iniziando a vestirsi dalla parte della spalla operata, successivamente si completa la vestizione dal lato opposto. E’ consigliato un abbigliamento comodo (tuta da ginnastica) per evitare una pressione sull’incisione e con aperture anteriori. 
  • Come dormire - durante la notte, per almeno 20 giorni, si dovrà indossare il tutore, un piccolo trucco per alleviare il dolore è applicare del ghiaccio per 20-25 minuti sulla spalla operata. La posizione da adottare durante il riposo notturno è quella supina o leggermente reclinata (come quella che si assume su una poltrona reclinabile), si consiglia anche di mettere un cuscino sotto il braccio operato così da tenerlo allineato o leggermente più in alto rispetto al tronco in modo da raggiungere una posizione neutra della spalla ed evitare dolore. Per evitare di scivolare sul fianco una piccola accortezza può essere quella di allineare dei cuscini lungo i due lati del corpo.
  • Tornare a guidare -  la guida non viene concessa prima dei 40 giorni dall'intervento per permettere un buon recupero della mobilità che, per la guida deve essere almeno del 90% in modo da permettere di gestire i movimenti di rotazione del braccio e tutti quelli utili alla guida
  • Il ritorno allo sport - è possibile dopo 4 mesi dall'intervento per una lesione della cuffia dei rotatori e, non prima dei 3 mesi, dalla stabilizzazione della spalla per lussazione dell’arto. Sono consentiti tutti gli sport a basso impatto fisico come nuoto, bicicletta, (tranne la mountain bike) aerobica, passeggiate, bowling, golf, trekking leggero, ballo liscio.
Al ritorno a casa subito dopo l'intervento, inoltre, è importante seguire anche altre indicazioni per non eccedere nelle attività:
  • non usare il braccio operato per alzarsi dal letto o dalla sedia, aiutarsi con l’altro braccio
  • non sollevare il braccio per recuperare oggetti da armadi o ripiani alti 
  • non eccedere nell’uso della spalla, almeno per le prime 2-4 settimane
  • non piegare il braccio dietro la schiena o allungarlo diritto davanti a sé
  • non muovere la spalla per il periodo in cui si indossa il tutore.
Si può, invece, eseguire alcuni esercizi come aprire e chiudere la mano dell’articolazione operata, piegare il polso in tutte le direzioni e il gomito, allentando, se necessario, il tutore, in modo che non si irrigidiscano.

E' sempre bene n
on sottoporre l’arto operato a uno stress inappropriato per aiutare il processo di guarigione.
 

Per informazioni sull'intervento di protesi alla spalla e sulla Riabilitazione

Revisione medica a cura di: Malaguti Alberto
Le informazioni contenute nel Sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica.