Maria Cecilia Hospital / 22 marzo 2021

Risonanza magnetica cardiaca: prevenzione e diagnosi delle malattie cardiache

Risonanza magnetica cardiaca: prevenzione e diagnosi delle malattie cardiache
Per prevenire l’insorgenza di malattie cardiache è importante seguire un corretto stile di vita, che limiti il fumo, la vita sedentaria e l’alimentazione non equilibrata. La prevenzione di malattie come la cardiopatia ischemica (o ischemia cardiaca) si avvale oggi anche di esami strumentali all’avanguardia, come la Risonanza magnetica cardiaca.
L’Unità Operativa di Cardiologia di Maria Cecilia Hospital ha ottenuto la certificazione di competenza dall’European Association of Cardiovascular Imaging (EACVI), che ne attesta l’alto livello qualitativo nell’esecuzione della Risonanza magnetica cardiaca.
 
 

Che cos’è la Risonanza magnetica cardiaca

È una metodica non invasiva e indolore che sfrutta campi magnetici e onde di radiofrequenza per ottenere immagini tridimensionali (statiche o dinamiche) del cuore e dei grossi vasi.
 

 
A cosa serve la Risonanza magnetica cardiaca

La Risonanza magnetica cardiaca valuta la morfologia e la funzione delle strutture cardiache e può essere impiegata per la diagnosi di tutte le patologie cardiovascolari. Grazie a questo esame è possibile analizzare:
  • volumi, massa e funzione ventricolare;
  • la capacità di perfusione e la vitalità del miocardio;
  • i flussi attraverso le valvole cardiache;
  • cardiomiopatie di origine genetica, distinguendole dal cuore d’atleta.
 
 

Come si svolge l’esame

Il paziente viene fatto distendere su un lettino in un tunnel sufficientemente largo e, fermo e rilassato, trattiene il respiro per alcuni secondi mentre le immagini del cuore vengono acquisite. Il paziente è sempre in contatto con l’operatore presente in una sala adiacente.
L’esame richiede generalmente l’iniezione di un mezzo di contrasto che permette al Medico e al Radiologo di visualizzare meglio le parti da analizzare. In base ai casi, la durata dell’esame varia dai 40 ai 60 minuti.
 
 

Chi non può sottoporsi all’esame

Non possono sottoporsi a Risonanza magnetica cardiaca:
  • pazienti con dispostivi medici impiantabili (modelli non compatibili di pacemaker e defibrillatori, neurostimolatori, pompe infusionali, impianti cocleari);
  • pazienti con claustrofobia vera;
  • donne nel primo trimestre di gravidanza;
  • pazienti con grave insufficienza renale per sensibilità al mezzo di contrasto.
 
Sono inoltre necessarie valutazioni preventive per i pazienti con stent vascolari, protesi cardiache e ortopediche, schegge o frammenti di materiale ferromagnetico

La Risonanza Magnetica è attiva tutti i giorni dal Lunedì alla Domenica

Per maggiori informazioni o prenotare una visita puoi rivolgerti a:
Maria Cecilia Hospital >0545 217111
Le informazioni contenute nel Sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica.