ricovero

Specialità di ricovero

L’Unità Operativa di Ortopedia di ICLAS interviene, chirurgicamente, nel trattamento delle patologie degenerative e traumatiche dell’apparato locomotore. Le prestazioni chirurgiche erogate nelle specialità di ricovero spaziano dalla chirurgia ricostruttiva e riparativa di cartilagini, menischi e legamenti, alla chirurgia rigenerativa e protesica (sostituzione di articolazioni con protesi di anca, spalla, ginocchio).
Le procedure chirurgiche adottate dagli specialisti di ICLAS sono eseguite sia in modalità tradizionale (chirurgia open) che in artroscopia, a seconda delle patologie e secondo criteri di opportunità valutati dai medici caso per caso.
 

Interventi in artroscopia

L’artroscopia è una tecnica mininvasiva che permette, tramite 3-4 piccole incisioni di 1-2 cm, di osservare con l’aiuto di un artroscopio, cui è collegata una piccola telecamera, l’interno dell’articolazione. In artroscopia è possibile ricorrere all’impianto di protesi (Artroprotesi) nel caso in cui sia compromessa la funzionalità delle articolazioni. Questa procedura chirurgica ha un decorso post - operatorio più rapido e meno doloroso, minori complicanze in quanto vi è una maggior conservazione dei tessuti e il recupero di un’elevata qualità di vita. L’artroscopia è utile per risolvere diverse patologie a carico di:

Spalla

  • Lussazione acromion-claveare;

  • Lesione della cuffia dei rotatori;

  • Spalla congelata;

  • Artrosi gleno-omerale cronica;

  • Instabilità della spalla;

  • Impingement ( Sindrome da conflitto sub-acromiale).

Mano

Anca 

  • Impingement femoro-acetabolare;

  • Coxartrosi (o artrosi dell’anca);

  • Tendiniti.

Ginocchio

  • Lesioni del menisco;

  • Ricostruzione legamento crociato anteriore (LCA);

  • Ricostruzione legamento crociato posteriore (LCP);

  • Instabilità rotulee;

  • Gonoartrosi (artrosi del ginocchio).

Caviglia

  • Lesione dei legamenti e delle cartilagini; 

  • Artrosi.

Piede

Chirurgia Open o a cielo aperto

La chirurgia Open è una tecnica chirurgica tradizionale che permette di esporre alla visione diretta del chirurgo articolazioni e tessuti. Questa modalità viene utilizzata quando i difetti delle articolazioni non possono essere trattati in artroscopia con la stessa probabilità di successo. 

Chirurgia rigenerativa

Questa metodica consente di trattare traumi, patologie tendinee e dei legamenti, processi infiammatori e artrosi allo stadio iniziale.
Consiste nell’ inoculare concentrati midollari e stromali nel sito in cui è presente il danno articolare, tendineo o muscolare per favorire i processi antinfiammatori e rigenerativi, stimolare la produzione di collagene e la rigenerazione cartilaginea.
I concentrati midollari si ottengono con un prelievo ematico dal midollo osseo, definito comunemente “sangue midollare”. Questa procedura deve essere eseguita in anestesia locale e in perfetta asepsi (in ambiente sterile). Il sangue prelevato viene processato e poi iniettato nell’articolazione sia come trattamento vero e proprio, sia in corso di intervento artroscopico. 
Il concentrato stromale è prelevato del tessuto adiposo, con la tecnica della liposuzione, mediante un piccolo foro, generalmente in regione addominale e previa anestesia locale. Il tessuto adiposo viene filtrato e concentrato in un apposito kit dedicato. Il prodotto ottenuto viene iniettato nell’articolazione sia come procedura a se stante, sia in corso di intervento artroscopico.
I concentrati piastrinici, invece, sono in grado di accelerare e aumentare la produzione di cellule nell’osso e nei tendini, ridurre l’infiammazione e favorire i processi di guarigione e rigenerazione dei tessuti muscolo-scheletrici. Si ottengono mediante un semplice prelievo, dal braccio, di sangue venoso che viene centrifugato per isolare, grazie all’aiuto di filtri dedicati, il concentrato piastrinico (PRP platelet-rich plasma, in italiano, plasma ricco di piastrine) da iniettare nel tendine patologico con una semplice puntura.

 

Informazioni sull'ospedale

Dove siamo

CABRUNA, 21/ VIA PUCHOZ, 25, 16035 Rapallo (GE)
Liguria

Ottieni indicazioni

La struttura

Direttore Sanitario: Dott. Mauro Pierri
Presidente: Ettore Sansavini
Amministratore Delegato: Sandro Mazzantini
Posti letto: 60
Chi siamo
Carta servizi