ambulatorio

La TC, Tomografia Computerizzata, è un’indagine diagnostica che consente di studiare il corpo attraverso l’utilizzo di Raggi X e di rilevare o escludere lesioni, tumori, patologie di origine varia (scheletriche, vascolari, infettive). Presso la struttura di Villa Lucia Hospital, a Conversano, viene eseguita la TC Multistrato a Torace e Cranio.

Cos’è la TC

La TC è un esame computerizzato che cattura e riproduce le sezioni dell’area interessata dall’indagine, utilizzandole per elaborare - attraverso un sistema digitale - delle immagini tridimensionali, che contengono informazioni più dettagliate rispetto ai Raggi X convenzionali.
L’apparecchiatura per eseguire la TC è composta da tre elementi:
  • gantry, formato da tubo radiogeno, detettori (sistema di rilevazione) e sistema di controllo delle emissioni dei Raggi X;
  • lettino su cui è sistemato il paziente;
  • postazione di lavoro del tecnico radiologo.

Come funziona

Durante la TC, una sorgente di Raggi X motorizzata ruota intorno all’apertura circolare del gantry, rilasciando energia, che passa attraverso il paziente fermo sul lettino e che viene raccolta dai rilevatori dalla parte opposta e trasmessa a un computer.
Ogni volta che la sorgente di Raggi X completa una rotazione, il computer, attraverso un algoritmo, ricostruisce con i dati trasmessi, la sezione dell’immagine 2D del paziente. Quando una sezione è completa, la sorgente viene spostata più avanti (solitamente di 1-10 mm) e si prosegue con la scansione e l’acquisizione di un altro strato di immagine. Una volta ottenute le scansioni di tutta la zona interessata dall’indagine, il computer può generare l’immagine 3D del paziente, che mostra le ossa, gli organi e i tessuti, con le eventuali anomalie che lo specialista mira a diagnosticare, escludere, approfondire.

TC Multistrato

La tipologia di TC in dotazione a Villa Lucia Hospital è di nuova generazione, una Multistrato, e può essere utilizzata su pazienti fino a 180 kg.
La TC Multistrato, o Multislice (dall’inglese slice, appunto strato), consente di ricostruire i vari piani in maniera dettagliata e di ottenere più sezioni corporee con una singola rotazione.
I vantaggi sono:
  • qualità elevata delle immagini;
  • tempi di esecuzione rapidi;
  • invasività minima, data la breve esposizione ai Raggi X.

Quando fare la TC

La TC viene generalmente prescritta da uno specialista in caso di sospetti e accertamenti. Indicata nella diagnosi di traumi, emorragie, lesioni, ischemie o tumori, consente lo studio aree del corpo difficili da esaminare con altri approfondimenti diagnostici, come l’apparato muscoloscheletrico, il sistema nervoso, gli organi dell’addome.
In particolare, la TC con mezzo di contrasto trova tradizionalmente impiego nella ricerca di patologie neoplastiche, neurologiche, cardiovascolari e ortopediche.
 
Da Sapere

Per l’esecuzione della TC con mezzi di contrasto, il paziente deve solitamente presentarsi a digiuno da 6 ore prima dell’esame e portare con sé il referto di esami del sangue recenti che accertino la buona funzionalità di fegato e reni (di solito azotemia, glicemia, creatinina).
 

Per eseguire la TC, il paziente viene fatto sdraiare (supino, prono o laterale in base al caso) sull’apposito lettino e fatto scorrere all’interno del tubo, in modo che la parte del corpo da esaminare vi sia contenuta. Durante lo svolgimento, è necessario che il paziente resti immobile seguendo le indicazioni dell’operatore.
In caso siano necessari i mezzi di contrasto (generalmente bario o iodio), la somministrazione viene effettuata per via venosa prima dell’inizio dell’indagine. In base al tipo di TAC, l’esame dura all’incirca tra i 4 e i 10 minuti.
 

Prima dello svolgimento il paziente è invitato a rimuovere eventuali oggetti metallici (orecchini, bracciali, orologi etc).
La TC è controindicata in gravidanza, per via dell’utilizzo dei Raggi X.
Inoltre, se vengono impiegati i mezzi di contrasto, può avere controindicazioni anche in soggetti che soffrono di:
  • allergie al mezzo di contrasto;
  • diabete;
  • insufficienza renale;
  •  insufficienza epatica;
  • mieloma.
Non ci sono invece controindicazioni per i pazienti portatori di pacemaker o defibrillatori interni.
 
MyGVM App
MyGVM

Prenotazioni e appuntamenti nel palmo della tua mano

La nuova app MyGVM ti permette di trovare il tuo medico preferito, prenotare visite, controllare l’esito degli esami direttamente dal tuo telefonino! Scaricala ora:

Informazioni GENERALI

Dove siamo

VIA Lacalandra, 13, 70014 Conversano (BA)
Puglia

Ottieni indicazioni

La struttura

Direttore Sanitario: Dottor Alberto Angelini
Amministratore Delegato: Eleonora Sansavini
Posti letto: 80
Chi siamo
Carta servizi