Mononucleosi (malattia del bacio)

Un’infezione del sangue che scatena una produzione eccessiva di globuli bianchi di grandi dimensioni.

All’origine del disturbo c’è una contaminazione da virus di Epstein-Barr, che attiva il sistema immunitario. La trasmissione avviene per contatto intimo con l’individuo infetto (urine e saliva) e attraverso il bacio, dinamica più frequente fra adolescenti e giovani adulti.

I sintomi più diffusi sono febbre, spossatezza, ingrossamento dei linfonodi di collo, nuca e ascelle, mal di gola. Possono manifestarsi anche ingrossamento della milza e alterazioni del funzionamento del fegato. La remissione dei sintomi è frequentemente seguita da periodi di stanchezza lunghi anche diversi mesi. Nella popolazione infantile il disturbo non produce sintomi significativi o è confuso con un semplice mal di gola.

L’analisi del sangue permette l’accertamento della malattia mediante la rilevazione di anticorpi diretti al virus di Epstein-Barr e di globuli bianchi ingranditi. In presenza di mononucleosi conclamata è opportuno indagare sulla funzionalità epatica.
Non trovi la patologia che stai cercando?
Clicca qui