Breast Unit: l’importanza della prevenzione nel tumore al seno

Breast Unit: l’importanza della prevenzione nel tumore al seno
In Puglia, ogni anno, vengono registrati dall’Istat più di 3.000 nuovi casi di tumore al seno. Lo screening preventivo è lo strumento fondamentale per una diagnosi tempestiva: le Breast Unit dell’Ospedale Santa Maria di Bari e di Città di Lecce Hospital sono state istituite proprio per offrire alle donne percorsi di prevenzione, diagnosi e cura su misura per ogni paziente.

Secondo l’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro (IARC), del resto, controlli regolari e strutturati, come una mammografia ogni due anni, permettono - nelle donne tra i 50 e i 69 anni - di ridurre del 40% la mortalità per carcinoma mammario.


Che cos’è la Breast Unit


La Breast Unit (dall’inglese “breast”, mammella, e “unit”, unità) è un centro senologico, una struttura operativa caratterizzata da un percorso multidisciplinare, volto a prevenire, diagnosticare, trattare patologie oncologiche del seno.

La paziente è seguita, durante tutta l’individuazione e l’analisi della problematica, ma anche in seguito, per controlli e terapie, da specialisti come:
  • oncologo;
  • senologo;
  • chirurgo senologico;
  • chirurgo plastico;
  • radioterapista;
  • anatomo patologo (che partecipa alla discussione di tutti i casi clinici in quanto, in base alle caratteristiche delle cellule, viene decisa la terapia più appropriata);
  • medico nucleare (fondamentale anche per la procedura della ricerca radioguidata del Linfonodo Sentinella in caso di piccoli noduli non palpabili che devono essere asportati dal chirurgo);
  • nutrizionista;
  • fisioterapista;
  • psiconcologo.
La Breast Unit propone, dunque, un approccio completo, dall’informazione al sostegno psicologico, dalla diagnosi per immagini alla riabilitazione post-operatoria. Il risultato è che le donne seguite in questo tipo di centro hanno una percentuale di sopravvivenza più alta del 18% rispetto a chi si rivolge altrove, con una qualità di vita migliore (come riportato dall’EUSOMA - European Society of Breast Cancer Specialists).
 

Le tecnologie


Presso le Breast Unit dell’Ospedale Santa Maria e di Città di Lecce Hospital, all’esperienza dei medici specialisti si affiancano tecnologie d’avanguardia, essenziali in tutto il percorso, nella prevenzione, nella diagnosi e nel follow-up, i controlli periodici che iniziano una volta terminati i trattamenti “adiuvanti” come chemioterapia e radioterapia.

Per individuare, confermare, studiare i diversi tipi di lesione, la Radiodiagnostica senologica si avvale di:
  • Mammografia con tomosintesi (Mammografia 3D, esame diagnostico di ultima generazione, in grado di catturare più immagini del seno da diverse angolazioni, al contrario della mammografia 2D che consente di acquisire una sola immagine per ogni proiezione);
  • Ecografia mammaria e ascellare;
  • Mammografia con mezzo di contrasto;
  • Risonanza magnetica;
  • Duttografia (esame del dotto lattifero all’apice del capezzolo);
  • Esame citologico;
  • Microbiopsia.



Breast Unit: il percorso


Il centro Breast Unit prende in carico le pazienti e le segue durante tutto l’iter diagnostico-terapeutico, delineando un percorso altamente personalizzato. La frequenza dei controlli, il tipo di diagnostica per immagini, la terapia, le indicazioni nutrizionali e sullo stile di vita, l’intervento chirurgico, la fisioterapia, il follow-up sono mirati, e vengono stabiliti in base a ogni singolo caso.

Nello screening, nella diagnosi e nel trattamento del carcinoma mammario, del resto, è necessario tenere conto di numerosi fattori, il primo dei quali per incidenza è la familiarità. Le forme di tumore al seno che insorgono in soggetti geneticamente predisposti sono, per esempio, circa il 5-10% di tutti i casi (dati AIRC). Per questo la Breast Unit prevede anche un servizio di Counseling oncogenetico, al fine di predisporre adeguati piani diagnostici e terapeutici.

I Centri di Senologia di Città di Lecce Hospital e dell’Ospedale Santa Maria seguono le pazienti di tutte le età (i primi controlli sono consigliati, salvo diverso parere medico, all’età di 20 anni), in un percorso completo che comprende:
  • Prevenzione. Un calendario mirato, dopo un’eventuale consulenza oncogenetica, permette di eseguire i controlli di screening con la giusta cadenza e regolarità.
  • Diagnosi. Specialisti e tecnologia avanzata consentono una diagnosi precoce e precisa, al fine di stabilire il corretto approccio terapeutico.
  • Chirurgia senologica. Per il trattamento chirurgico del tumore alla mammella vengono applicate tutte le metodiche chirurgiche in uso attualmente e secondo le indicazioni della più recente letteratura di settore, con una prevalenza di interventi conservativi (75-80% del totale).
  • Terapie oncologiche. Le terapie oncologiche adiuvanti, prescritte dall’oncologo in base al caso, in seguito all’intervento e a esami per lo studio della stadiazione, sono costituite da: chemioterapia, ormonoterapia e terapie target.
  • Radioterapia. Il trattamento radioterapico, dopo un intervento conservativo, riduce il rischio di recidive loco regionali e di metastasi a distanza.
  • Counseling. Sono tanti i fattori, oltre alla terapia vera e propria, che non vanno trascurati in questo percorso. Quello psicologico, per questo all’interno di ogni Breast Unit è previsto un sostegno adeguato che permetta alle pazienti di affrontarne i vari momenti. Quello nutrizionale, in quanto un’alimentazione scorretta può essere un fattore di rischio sia nella formazione di neoplasie che nei casi di recidiva. Per cui il Servizio di Nutrizione offre le basi per il miglioramento dello stile alimentare e di vita. Quello della riabilitazione. Dopo un intervento, infatti, la riabilitazione è un tassello essenziale per una ripresa efficace e veloce della mobilità degli arti superiori.
  • Follow-up. Terminati i trattamenti, è importante stabilire una serie di controlli, che varia da persona a persona, ma che generalmente comprende una mammografia ed ecografia mammaria all’anno e una visita medica oncologica ogni 6 mesi per i primi 5 anni e annuale nei successivi 5 anni.
Per ulteriori informazioni sulla Breast Unit di:

Città di Lecce Hospital, telefona allo 0832.220111 o compila il form contatti

Ospedale Santa Maria di Bari, telefona allo 080.5040111 o compila form contatti
Le informazioni contenute nel Sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica.