ambulatorio

In ambito ambulatoriale, il paziente viene sottoposto a una prima valutazione con inquadramento della patologia e delle eventuali concause.

I traumi che si riscontrano più frequentemente sono quelli legati alle attività boschive, con lesioni da motosega o da sega circolare, e alle attività sportive invernali ed estive come sci, arrampicata e ciclismo ad esempio.
 
In base alle patologie e alla particolarità delle lesioni le competenze degli specialisti spaziano dall'Ortopedia e Traumatologia, alla chirurgia plastica, fino alla microchirurgia vascolare.
 
Vengono richiesti gli esami diagnostici specifici del caso per personalizzare quanto più possibile il piano diagnostico-terapeutico sia di tipo conservativo-funzionale, farmacologico, chirurgico.
 
La diagnosi e il piano terapeutico vengono impostati nell’ottica di un percorso completo per il paziente anche con il supporto della Medicina Fisica e Riabilitazione dell'Ospedale Cortina sia Ambulatoriale sia in Ricovero.
 
Tra le principali patologie trattate:
  • sindrome del tunnel carpale
  • dita a scatto
  • sindrome di De Quervain
  • rizoartrosi
  • malattia di Dupuytren.
Traumi da sport invernali ed estivi che possono arrivare a coinvolgere anche la spalla:
  • lesione di Stener (lesione da racchetta da sciatore)
  • frattura del polso (frequente nello sia nello snowboard, sia nel pattinaggio)
  • frattura clavicola (riguarda sia gli sciatori, sia gli snowborders, i ciclisti).

Informazioni sull'ospedale

Dove siamo

Via Codivilla 23, 32043 Cortina d'Ampezzo (BL)
Veneto

Ottieni indicazioni

La struttura

Direttore Sanitario: Luigi Veranda
Amministratore Delegato: Massimo Rocchi
Posti letto: 86
Chi siamo
Carta servizi