ambulatorio

Presso l'ambulatorio cardiochirurgico si eseguono le seguenti prestazioni:
  • Visita cardiochirurgica (o prima visita)
  • Visite programmate post intervento 
  • Esami diagnostici
Le visite di controllo vengono effettuate da specialisti cardiochirurghi che seguono il paziente in tutte le fasi, dal periodo pre intervento a quello post operatorio.

E’ utile per valutare le condizioni del paziente cui sono state già riscontrate problematiche cardiache e per predisporre trattamenti specifici ed è propedeutica all’intervento.
Prima dell’operazione, per effettuare una diagnosi corretta, è importante la valutazione anamnestica, la raccolta dei dati clinici del paziente candidato all’intervento. In base alla patologia cardiaca diagnosticata, alle condizioni e all’età del paziente, viene pianificata e definita la procedura da adottare. Inoltre, il paziente, viene informato sulla procedura cui deve esser sottoposto, compresi i rischi operatori e i benefici clinici. 
 

Dopo 2-3 mesi dalla dimissione è consigliata, per i pazienti operati, una prima visita di controllo, nella quale viene monitorato, con esami strumentali, l’andamento clinico post- intervento per studiare la funzionalità cardiaca, polmonare e sistemica post operatoria.

All'interno dell'ambulatorio c'è la possibilità di svolgere altri esami per prevenire o trattare patologie cardio-vascolari, soprattutto in funzione dell’intervento programmato e rientrano nella “routine” del pre-ricovero, volto a inquadrare eventuali patologie concomitanti per definire al meglio la strategia terapeutica adatta al caso specifico: 
  • Visita specialistica Vascolare
  • Eco-color-doppler Arterioso e Venoso Arti Inferiori
  • Eco-color-doppler Arterioso e Venoso Arti Superiori
  • Eco-color-doppler Tronchi Sovraortici (TSA)

E’ attivo, inoltre, un programma di Cardiologia Riabilitativa con 20 posti letto di degenza ordinaria accreditati con il SSN e/o in forma privata.

La Riabilitazione Cardiologica è un approccio assistenziale che consente di promuovere la stabilità clinica, diminuire le disabilità causate da patologie, sostenere il benessere psicofisico, reintegrare il paziente nella società, diminuire eventuali futuri problemi cardiovascolari e migliorare la qualità di vita.
Questo processo si concreta in un programma riabilitativo individuale che comprende l’esercizio fisico combinato con un adeguato monitoraggio e intervento clinico-terapeutico in aggiunta ad un supporto educazionale e psicologico sullo stile di vita e sull’aderenza alla terapia a lungo termine.

La Cardiologia Riabilitativa è considerata generalmente appropriata nei pazienti affetti da:
  • cardiopatia ischemica (esiti di infarto miocardico acuto, esiti di rivascolarizzazione miocardica percutanea (angioplastica) o chirurgica (bypass aortocoronarico, CABG);
  • esiti di interventi cardiochirurgici per patologie valvolari congenite o acquisite;
  • esiti di ricoveri per scompenso cardiaco (SC) cronico, anche dopo impianto di dispositivi (defibrillatori, resincronizzatori, CCM), sistemi di assistenza ventricolare (L-VAD), trapianto cardiaco, impianto di protesi aortiche percutanee (TAVI) o correzione dell’insufficienza mitralica per via percutanea (M-clip).
 
A integrare e completare il servizio di Cardiologia Riabilitativa ci è l'U.O. di Medicina dello Scompenso Cardiaco. Dieci posti letto ad alta monitorizzazione (convenzionati con il SSN) dedicati alle acuzie: pazienti affetti da scompenso cardiaco acuto di varia origine che necessitino di ricompenso clinico, puntualizzazione diagnostica e indirizzo, laddove necessario, a un trattamento medico ma anche interventistico o chirurgico. La multidisciplinarietà dell’equipe residente consente, infatti, una valutazione a 360^ del paziente ricoverato ed una discussione in “Heart Team”, così come raccomandato da tutte le più recenti Linee Guida internazionali.
A chiudere il ciclo di trattamento é l’Ambulatorio dello Scompenso Cardiaco e delle Cardiomiopatie. Un servizio ambulatoriale, ad accesso con impegnativa mutualistica previa prenotazione via CUP, che consente un follow-up ristretto e ravvicinato per tutti quei pazienti che, per la loro complessità, necessitino di un programma di sorveglianza e di counseling dedicato con una particolare facilità di accesso al ricovero in caso di necessità.
 

Informazioni sull'ospedale

Dove siamo

VIA VILLA DELLA REGINA, 19, 10131 Torino (TO)
Piemonte

Ottieni indicazioni

La struttura

Direttore Sanitario: Dott. Luisangelo Sordo
Presidente: Ettore Sansavini
Amministratore Delegato: Gianni Belletti
Posti letto: 65
Chi siamo
Carta servizi