ricovero

L’attività di Chirurgia plastica, ricostruttiva ed estetica in day surgery (ricovero chirurgico diurno) è limitata alle sole ore del giorno, in anestesia locale, locoregionale o generale per effettuare interventi chirurgici o procedure diagnostiche e/o terapeutiche invasive e seminvasive.

Per prestazioni ambulatoriali si intendono quei trattamenti medici o chirurgici, per lo più in anestesia locale, che non richiedono ricovero e subito dopo i quali il paziente può tornare a casa.

Rientrano in questo ambito:
  • Dermochirurgia: asportazione di nevi, fibromi, cisti, lesioni cutanee benigne e maligne
  • Correzione di cicatrici 
  • Piccole correzioni di adiposità localizzate
  • Blefaroplastica (correzione delle palpebre)
  • Otoplastica (correzione delle orecchie e dei lobi auricolari)
  • Chirurgia intima femminile
Anche i trattamenti di Medicina Estetica vengono eseguiti in regime ambulatoriale e consistono nel ringiovanimento del viso e del collo, nell'attenuazione delle rughe e nella ridefinizione dell'ovale del volto mediante varie tecniche, tra cui le iniezioni di filler e di tossina botulinica.
 
L’attività di Chirurgia plastica, ricostruttiva ed estetica in regime di day-surgery consiste in interventi chirurgici con ricovero limitato alle sole ore del giorno; essi vengono effettuati in anestesia locale con o senza sedazione, locoregionale o generale.
 
Rientrano in questo ambito:
  • Blefaroplastica: si tratta della correzione delle palpebre, rimuovendo le pelle ed il grasso delle borse in eccesso. In questo modo lo sguardo assume un’aria meno appesantita o triste.
  • Otoplastica: correzione delle orecchie a sventola o di altri inestetismi del padiglione auricolare.
  • Rinoplastica: è l’intervento che permette di rimodellare il naso, modificando la forma strutturale esterna. Può essere eseguito per ragioni estetiche, ma può essere associato alla correzione di difetti funzionali che causano disturbi respiratori.
  • Lifting del viso: l'intervento che permette la distensione ed il sollevamento dei tessuti superficiali e profondi del viso e del collo, che con il tempo hanno ceduto creando evidenti pieghe soprattutto nella parte bassa del volto.
  • Lifting addominale (o addominoplastica): è l'intervento che mira a ridare tono e forma all’addome mediante l'asportazione della pelle in eccesso, con o senza la correzione della muscolatura addominale. Indicato particolarmente dopo rilassamento addominale in seguito ad una gravidanza,  dopo la menopausa oppure in seguito ad una drastica riduzione di peso.
  • Lifting delle braccia e delle cosce: con questo intervento è possibile ridare tono ai tessuti di braccia e cosce, interessate da accumulo di grasso e di pelle in eccesso.
  • Liposuzione: si tratta dell'intervento che consente la riduzione di accumuli di grasso o adiposità localizzate. In questo modo si può avere un miglioramento della silhouette, ma tale intervento non lo si deve intendere come un metodo dimagrante. 
  • Lipofilling: si tratta del rimodellamento di aree del corpo o del viso parzialmente svuotate, mediante iniezioni di grasso prelevato da altre zone del proprio corpo.
  • Mastoplastica additiva, mastoplastica riduttiva, mastopessi: sono gli interventi che consentono il rimodellamento del seno quando non è in armonia col resto del corpo per cause congenite o acquisite (gravidanza, dimagrimento, età). La mastoplastica additiva consiste nell'aumento del volume mammario per lo più mediante l’impianto di protesi al di sotto della mammella; la mastoplastica riduttiva consente il ridimensionamento del volume mammario mediante l'asportazione del tessuto ghiandolare, adiposo e cutaneo eccedente; la mastopessi è l’intervento che permette il sollevamento del seno in caso di cedimento dei tessuti.
  • Correzione della ginecomastia: consiste nella correzione del "seno" maschile, accresciuto per aumento del volume della ghiandola mammaria, per accumulo adiposo o per entrambi i motivi.
  • Chirurgia intima femminile: tali interventi correttivi consistono nel rimodellamento dei genitali esterni femminili per difetti congeniti o acquisiti, che possono ripercuotersi sulla sfera sessuale e intima della donna.
  • Trapianto di capelli: è la tecnica chirurgica che consente la correzione di aree diradate o calve del cuoio capelluto mediante trasferimento di capelli da un punto all'altro della testa.
Fondamentale è la visita specialistica iniziale, al fine di valutare attentamente le esigenze individuali e trovare la soluzione correttiva più adatta ad ognuno.

Informazioni sull'ospedale

Dove siamo

VIA PUNTA DI FERRO, 2/C , 47122 Forlì (FC)
Emilia-Romagna

Ottieni indicazioni

Come raggiungerci

Uscita autostradale A14
2 minuti - 1,5 Km 
Stazione Ferroviaria Forlì 
5minuti - 4km 
Aeroporto Guglielmo Marconi (Bo)
1ora - 60 Km  

La struttura

Direttore Sanitario: Dott. Castaldini Nicola
Amministratore Delegato: Lucia Magnani
Chi siamo
Carta servizi