Villa Lucia Hospital / 26 gennaio 2022

Centro per l’obesità e i disturbi alimentari: un’équipe multidisciplinare per la diagnosi e il trattamento dell’obesità

Centro per l’obesità e i disturbi alimentari: un’équipe multidisciplinare per la diagnosi e il trattamento dell’obesità
Secondo le stime diffuse dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, una persona su 10 nel mondo è affetta da obesità, e il 50% degli adulti e il 30% dei bambini da disturbi alimentari: il percorso di dimagrimento e rieducazione alimentare deve essere personalizzato e seguito in tutti i suoi step da un’équipe multidisciplinare qualificata.

Il Centro Obesità e Disturbi alimentari di Villa Lucia Hospital, a Conversano, è polo di riferimento nel Sud Italia e Centro di eccellenza SICOB, Società Italiana di Chirurgia dell’Obesità e delle malattie metaboliche.

A chi è dedicato il percorso terapeutico

Il Centro per l’obesità e i disturbi alimentari si rivolge a pazienti con obesità e con obesità patologica, con un valore di BMI (Body Mass Index) o Indice di Massa Corporea superiore a 35. Si tratta generalmente di persone che vengono indirizzate verso il chirurgo bariatrico dal medico curante o, spesso, dal nutrizionista o dal dietologo.

L’obesità è una patologia cronica invalidante che può portare alla disabilità. Le cause dell’obesità possono essere socio-culturali, metaboliche, di predisposizione, come comorbidità che possono portarne l’insorgenza. I rischi legati all’obesità riguardano le patologie correlate, riscontrate anche in forma grave fino alla disabilità:
  • diabete;
  • cardiopatie;
  • problematiche osteo-articolari;
  • disfunzioni metaboliche.
Il trattamento con dietoterapia, seguito da dietologi e biologi nutrizionisti, è generalmente la prima opzione per la riduzione del peso ponderale. Qualora i risultati non fossero quelli sperati o la terapia non si rivelasse adatta al mantenimento costante del peso corporeo, è possibile rivolgersi al chirurgo bariatrico.

La prima visita

Durante la prima visita, il chirurgo bariatrico raccoglie l’anamnesi e le esigenze del paziente, iniziando a valutare l’idoneità all’intervento, per cui spesso è richiesta una serie di analisi per completare il quadro clinico (tra cui esami del sangue e elettrocardiogramma).

L’approccio multidisciplinare

L’approccio multidisciplinare consente di accostare, a quella del chirurgo bariatrico, la valutazione, soprattutto pre-operatoria, di specialisti come cardiologo, pneumologo, gastroenterologo, endocrinologo, nutrizionista e psicologo, al fine di studiare ogni singola situazione per raggiungere gli obiettivi fissati.

In caso di parere positivo dopo la valutazione, è possibile programmare l’intervento di chirurgia bariatrica, mentre in caso di controindicazioni o situazioni cliniche incerte è necessario procedere con un trattamento terapeutico adeguato.

Il trattamento chirurgico

Gli interventi di chirurgia bariatrica sono un utile strumento per il dimagrimento, ma è necessario che il paziente collabori modificando alimentazione e stile di vita, affinché la perdita di peso sia stabile nel tempo.

I trattamenti chirurgici bariatrici vengono eseguiti solitamente in laparoscopia, quindi con tecnica mininvasiva, che permette dimissioni in tempi brevi e una ripresa rapida.

Gli interventi possono essere:
  • restrittivi, che riducono il volume dello stomaco e inducono un senso di sazietà, come bendaggio gastrico e sleeve gastrectomy;
  • malassorbitivi, che limitano l’assorbimento delle calorie, come diversione biliopancreatica e duodenal switch;
  • misti, che combinano le due tipologie, come il bypass gastrico.

Il follow up

L’intervento ha lo scopo di migliorare la qualità di vita del paziente con il dimagrimento, portando vantaggi per la respirazione, la salute, le patologie correlate.

Il follow up consente al chirurgo bariatrico e all’équipe multidisciplinare di seguire la ripresa funzionale e psicologica nel breve e nel medio termine. In particolare, si effettuano visite di controllo a 1 mese dall’intervento, a 3 mesi, a 6 mesi, con esami diagnostici e analisi del sangue, fino ad arrivare a un monitoraggio annuale.

In alcuni casi, dopo un intervento bariatrico e con il conseguente rapido dimagrimento, possono essere necessari interventi di chirurgia plastica ricostruttiva per eliminare la pelle in eccesso, riportare armonia estetica al corpo, restituire una completa funzionalità. Si tratta di una fase che inizia con il raggiungimento del peso ideale e di un buon equilibrio psico-fisico da parte del paziente, generalmente a distanza di un anno dal trattamento chirurgico dell’obesità. Il chirurgo plastico può ritenere opportuno effettuare più procedure, in base alla situazione di partenza e alle esigenze del paziente.
 
Per informazioni e prenotazioni chiama lo 080 4080111 oppure scrivici tramite il form contatti
Le informazioni contenute nel Sito, seppur validate dai nostri medici, non intendono sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica.

Articoli correlati a Centro per l’obesità e i disturbi alimentari: un’équipe multidisciplinare per la diagnosi e il trattamento dell’obesità

25 gennaio 2021 - GVM

Obesità e Covid-19: che legame c’è?

Alcune ricerche e studi effettuati durante la pandemia di SARS-CoV-2 hanno permesso di evidenziare i rischi a cui le persone affette da obesità vanno maggiormente incontro in caso di infezione  
05 ottobre 2020 - GVM

Cura dell'obesità: percorsi multidisciplinari e chirurgia bariatrica con approccio mininvasivo

All'Ospedale San Carlo di Nancy l'esperienza dell'equipe multidisciplinare del Prof. Paolo Gentileschi 
24 marzo 2020 - GVM

Obesità: i tipi, le cause, le conseguenze per il paziente

L’obesità è a tutti gli effetti una patologia, che ha una diffusione molto ampia. Solo in Italia colpisce circa 6 milioni di persone, di cui soltanto 22 mila si sottopongono a trattamenti medici1. Secondo i dati dell’OMS...
25 febbraio 2020 - GVM

Chirurgia endoscopica mininvasiva per l’obesità: meno rischi e nessun impatto estetico

L’obesità è la più comune malattia di oggi e ed è sempre maggiore il numero di persone che potrebbero beneficiare di un intervento  Bariatrico, sia per via chirurgica che per via endoscopica. Nonostante ciò, meno del 2% di...
26 novembre 2019 - GVM

L’importanza di uno screening nutrizionale per prevenire disturbi del metabolismo e obesità

L’alimentazione intesa come stila di vita sano ed equilibrato è spesso erroneamente associato solo a chi è in sovrappeso e a quanti sono affetti da alcune patologie, come obesità patologica, disturbi del metabolismo, disfunzioni...
02 agosto 2019 - GVM

Obesità, terapie e trattamenti. Villa Lucia Hospital ottiene l’importante riconoscimento SICOB

L'ospedale di GVM a Conversano è il primo della Puglia nella rete nazionale