Salus Hospital / 09 aprile 2020

Dolore al polso: l’uso eccessivo dello smartphone tra le cause di tendiniti e tunnel carpale

Dolore al polso da smartphone
I cellulari sono molto più di un semplice telefono, ad oggi sono diventati un prezioso strumento di semplificazione di tutte le attività quotidiane, sia lavorative che private. Nel corso degli anni i telefoni cellulari e i loro display si sono così evoluti da prendere le sembianze di un pc portatile. Le nostre mani però non hanno seguito la loro evoluzione, sono rimaste le stesse, sia per forma che per grandezza, di conseguenza non sono ancora diventate idonee a sopportare il peso di uno smartphone per un tempo prolungato1.

Due delle patologie più frequenti legate all’uso dello smartphone sono proprio la tendinite e la sindrome del tunnel carpale2. Imparare a riconoscere i sintomi di queste patologie – spiega il spiega il dott. Claudio Castagnetti, specialista in Ortopedia e Traumatologia e Chirurgia della Mano al Salus Hospital di Reggio Emilia – potrà aiutare i pazienti a evitare fastidiosi e invalidanti dolori alle mani e a mantenere inalterate le loro funzionalità.
 
Perché l’uso eccessivo dello smartphone può causare la tendinite?
Tra le patologie dovute all’uso dei cellulari una delle più frequenti è la tendinite del polso. Questo accade perché tenere in mano il cellulare per diverso tempo rappresenta una sollecitazione eccessiva per i tendini, strutture fibrose che collegano insieme i muscoli alle ossa, che tendono a infiammarsi.
In alcuni casi la loro infiammazione può arrivare a estendersi anche alle guaine che li avvolgono, dando luogo a una patologia chiamata tenosinovite. Ne rappresenta un esempio la tenosinovite stenosante conosciuta anche come sindrome del dito a scatto.
I sintomi della tendinite al polso sono facilmente riconoscibili e comprendono:
  • Dolore, gonfiore e calore lungo la zona interessata, che può comprendere sia il polso che la mano
  • Difficoltà nei movimenti
  • Rumore simile a un crepitio quando si muove l’articolazione
 
Come prevenire la tendinite?
Il modo migliore di prevenir la tendinite causata dallo smartphone è quello di non mantenere troppo a lungo la stessa postura e fare delle pause, in questo modo si eviterà di sovraccaricare eccessivamente i tendini. Seguire questi accorgimenti è importante soprattutto quando si utilizza il telefono cellulare per motivi di lavoro e non sempre si ha la possibilità di spegnerlo o di posarlo.
Per prevenire il dolore e l’infiammazione può rivelarsi utile anche praticare dello stretching delle dita e della mano, sia prima che dopo l’utilizzo del telefono.

Nella fase iniziale dell’infiammazione inoltre è possibile applicare sulla parte interessata degli impacchi con il ghiaccio per ridurre il gonfiore e cercare di tenere quanto più possibile la mano a riposo.
Se i sintomi non si risolvono spontaneamente nel giro di qualche giorno è opportuno consultare il medico specialista, che dopo aver formulato la diagnosi procederà a suggerire al paziente la terapia più adeguata a trattare l’infiammazione. La tendinite infatti, se trascurata, può provocare delle complicazioni e portare alla cronicizzazione del disturbo.
 
Quali sono i trattamenti della tendinite al polso?
Il trattamento della tendinite al polso dipende dalla gravità dell’infiammazione e dalle condizioni generali del paziente. Se l’infiammazione è lieve o moderata il medico può ritenere opportuno l’utilizzo, anche topico, di farmaci antinfiammatori uniti al completo riposo dell’articolazione.
Passata la fase acuta dell’infiammazione potrà prescrivere degli esercizi specifici volti a ripristinare i normali movimenti della mano e delle dita. Se il dolore dovesse persistere il medico può decidere di intervenire ricorrendo a delle infiltrazioni di corticosteroidi.
 
Perché l’uso dello smartphone favorisce il tunnel carpale?
L’uso prolungato del cellulare è accompagnato da un sovraccarico dei tendini delle dita, che se non trattato può favorire la sindrome del tunnel carpale3.
Il tunnel carpale è una struttura del polso, paragonabile a un canale, in cui scorrono arterie, tendini, i 9 nervi flessori delle dita e il nervo mediano, uno dei più importanti nervi periferici degli arti superiori. La sindrome si verifica quando il tunnel si restringe o quando i tessuti che circondano i tendini flessori si gonfiano comprimendo il nervo mediano.
I sintomi principali della sindrome del tunnel carpale sono:
  • Dolore
  • Intorpidimento
  • Formicolio e debolezza della mano
  • Bruciore
In alcuni casi il dolore e il formicolio possono irradiarsi fino all’avambraccio e alla spalla.
 
Come prevenire la sindrome del tunnel carpale?
Come per la tendinite, il miglior modo di prevenire il tunnel carpale è facendo un uso razionale del proprio smartphone, evitando di sovraccaricare il più possibile i tendini.
Anche in questo caso è possibile prevenire il dolore e l’infiammazione con degli esercizi di rilassamento dell’articolazione alternati a esercizi per aumentarne la flessibilità e la mobilità.
Se i sintomi iniziano a manifestarsi con più frequenza, o aumentano di intensità, è opportuno rivolgersi subito al medico specialista che, dopo aver visitato la mano ed eseguito dei test specifici, procederà a confermare o meno la diagnosi.
 
Quali sono i trattamenti per tunnel carpale?
I trattamenti del tunnel carpale dipendono dalla gravità della patologia. Nella fase iniziale è possibile agire sui sintomi e sull’infiammazione con l’ausilio di farmaci antinfiammatori e/o corticosteroidi, antinfiammatori steroidei con azione immunomodulatrice. Nel caso in cui non si osservino risultati apprezzabili, il medico può ritenere opportuno ridurre la pressione sul nervo mediano con un intervento di chirurgia ambulatoriale.
 
 
Per maggiori informazioni e per prenotare una visita contattaci allo 0522.499155 o scrivici tramite form.
 

1. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/32150053
2. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/27367447
3. https://www.webmd.com/pain-management/carpal-tunnel/carpal-tunnel-syndrome

 
Revisionato da: Castagnetti Claudio