L'Elettromiografia (EMG) è un esame strumentale che serve per studiare le strutture neuro-muscolari degli
arti superiori e inferiori, della testa, del collo, del tronco.
 
Consente di valutare lo stato di funzionalità e quindi di integrità dei nervi e dei muscoli attraverso la stimolazione elettrica.
 
Viene utilizzata per la diagnosi delle seguenti patologie:
  • sindromi compressive nervose (la sindrome del tunnel carpale)
  • compressione del nervo ulnare al gomito o al polso per gli arti superiori
  • compressione del nervo peroneo comune o la sindrome del tunnel tarsale per gli arti inferiori
  • lombosciatalgia o cervicobrachialgia
  • polineuropatie diabetiche, tossiche o di altra natura
  • lesioni traumatiche dei tronchi nervosi (lesioni del plesso brachiale, lesioni da ferite lacero-contuse, da lussazioni articolari, da fratture ossee)
  • malattie muscolari (miopatie) ereditarie o acquisite
  • miastenia
Come si svolge l’esame
 
Si svolge in due fasi:
  • Elettromiografia vera e propria - utilizza elettrodi ad ago monouso, per registrare l'attività elettrica generata nel muscolo, sia in condizioni di riposo sia durante la contrazione volontaria;
  • Elettroneurografia -  permette di indagare la corretta funzionalità delle fibre nervose motorie e sensitive attraverso degli stimoli elettrici somministrati lungo il decorso dei nervi e la registrazione delle risposte evidenziate dagli elettrodi posti sulla cute del paziente.
Preparazione all’esame
 
Non è richiesta alcuna preparazione, l’esame è privo di effetti collaterali e non è doloroso, eccetto una temporanea e transitoria sensazione di fastidio che il paziente può avvertire al passaggio dello stimolo elettrico e all'uso dell'ago-elettrodo.
 
E’ importante segnalare se si seguono terapie anticoagulanti, se si è portatori di pace-maker o stimolatori elettrici per una corretta valutazione sulla possibilità di esecuzione dell’esame.

Generalmente il paziente è in grado di guidare l'automobile dopo essersi sottoposto all'esame.
È consigliato non applicare creme o olii sul corpo prima dell'esame, rendono impossibile il corretto passaggio delle correnti elettriche. Si consiglia ai pazienti di presentarsi con indumenti comodi.
L’esame dura in media dai 20 ai 30 minuti, e può differire in base numero di nervi e/o muscoli esaminati, in
funzione della patologia che si sospetta e/o che si deve valutare.

Il giorno in cui si effettua l'Elettromiografia è necessario portare con sé la documentazione relativa al disturbo, visite specialistiche precedenti o eventuali indicazioni mediche scritte.

Informazioni sull'ospedale

Dove siamo

Via Codivilla 23, 32043 Cortina d'Ampezzo (BL)
Veneto

Ottieni indicazioni

La struttura

Direttore Sanitario: Luigi Veranda
Amministratore Delegato: Massimo Rocchi
Posti letto: 86
Chi siamo
Carta servizi