ambulatorio

La risonanza magnetica multiparametrica (RM mp) alla prostata è un procedimento diagnostico radiologico. Non è invasivo e ha un ruolo fondamentale nell’individuare eventuali tumori prostatici, così come nel distinguerli da altre patologie di natura benigna. Analizzando morfologia, diffusione e perfusione della prostata, consente un’indagine estremamente precisa della struttura della ghiandola e delle sue caratteristiche.
Si esegue una RM mp prima di procedere con un’eventuale biopsia, così da evitare prelievi di tessuto non mirati o in eccesso, oppure anche dopo una biopsia negativa che però non ha allontanato il sospetto di una patologia in atto. È inoltre possibile fondere le immagini derivate da questo tipo di esame con quelle ottenute tramite ecografia endorettale, per poi procedere a prelievi indirizzati esattamente sulle aree di tessuto interessate da processi tumorali: una tecnica all’avanguardia nota come biopsia fusion. Se in seguito al trattamento del carcinoma si verifica un aumento del livello di PSA, la risonanza magnetica multiparametrica può essere eseguita per identificare eventuali recidive. 
 

Cosa fare prima dell’esame e come funziona

Nel caso si esegua la RM mp con mezzo di contrasto per rendere ancora più precisa l’indagine, il paziente deve:
  • affrontare esami specifici per il livello di creatininemia
  • consumare alimenti senza scorie nei 2 giorni precedenti e bere solo acqua, tè o caffè fino a 1 ora prima
  • non consumare cibi solidi almeno 5 ore prima nel caso sia stata richiesta la sedazione completa
  • mantenere la vescica non troppo vuota, né piena
  • proseguire con l’assunzione dei propri medicinali 
  • eseguire un clistere di pulizia almeno 2 ore prima
  • non indossare lenti a contatto, protesi dentarie mobili oppure oggetti metallici
Poco prima dell’esame, viene somministrato al paziente un farmaco spasmolitico intramuscolo (tranne in caso di allergie particolari) per ridurre al minimo i movimenti involontari. In circa 30 minuti, il paziente deve restare disteso immobile in posizione supina, se claustrofobico con la testa all’esterno della macchina. Subito dopo, può mangiare e riprendere le normali attività.

Questo esame non è consigliato per soggetti con insufficienza renale e per portatori di pace-maker, clip vascolari metalliche, pompe per il rilascio di chemioterapici, protesi del cristallino o dell’orecchio interno
 

Informazioni sull'ospedale

Dove siamo

Via di Roncrio 25, 40136 Bologna (BO)
Emilia-Romagna

Ottieni indicazioni

Come raggiungerci

Via Di Roncrio 25, Bologna.

Clinica Privata Villalba ha concordato per i propri clienti una tariffa agevolata per i servizi privati di trasporto NCC - Noleggio con Conducente. Inoltre è sempre attivo il trasporto urbano della linea 29 ATC che collega dal piazzale antistante la struttura al centro della città di Bologna.
Stazione di Bologna Centrale.
 
Aeroporto G. Marconi Bologna.

Parcheggi

Ampio parcheggio esterno gratuito.

La struttura

Direttore Sanitario: Dott. Paolo Guelfi
Presidente: Dott. Salvatore Bocchetti
Amministratore Delegato: Dott. Alberto Di Perna
Posti letto: 71
Chi siamo
Carta servizi