Tumore alla prostata

Cos’è

Una neoplasia maligna alla prostata, la ghiandola che ha il compito di produrre e contenere il liquido seminale.

Origine

All’origine del tumore ci sono molteplici fattori di rischio, fra cui familiarità, predisposizione genetica, fumo di sigaretta, tipo di occupazione, regime alimentare troppo ricco di grassi saturi, scompensi ormonali (ad esempio alti livelli di testosterone), età avanzata.

Come si manifesta

Il tumore ha pochi sintomi precoci. Nella fase iniziale si limitano a un ingrossamento della prostata, che comprime l’uretra provocando alterazioni nel normale deflusso dell’urina. Possono manifestarsi frequente bisogno di urinare, con getto debole; difficoltà a urinare, spesso con dolore, e a svuotare completamente la vescica, con rischio di formazione di calcoli e infezioni. Può comparire sangue nello sperma o nell’urina.

Come si accerta

L’accertamento è compiuto in base ai sintomi, esami di laboratorio (livello di PSA, antigene prostatico specifico, elevato in caso di tumore), esplorazione rettale con palpazione della ghiandola, ecografia transrettale. Si può eventualmente intervenire con prelievo di tessuto e biopsia. In presenza di tumore, se ne possono accertare dimensioni ed estensione con Tomografia Assiale Computerizzata, Risonanza Magnetica Nucleare, scintigrafia ossea (per rilevare eventuali metastasi).

Le Strutture Sanitarie che accertano o curano questa patologia

Non trovi la patologia che stai cercando?
Clicca qui