Trocanterite (o borsite trocanterica)

Processo infiammatorio dell’anca, riguarda i tessuti molli, tendini e borsa che li ricopre, inseriti nel gran trocantere. Questa sporgenza ossea, situata nella regione esterna superiore del femore, è il punto d‘intersezione funzionale al movimento dell’anca e della coscia. La borsa trocanterica è il cuscinetto che diminuisce l’attrito e favorisce lo scorrimento fluido dell’arto.

Cause possono essere traumi acuti (incidenti o interventi chirurgici), piccoli traumi ripetuti, squilibri funzionali con alterazioni posturali (un arto più corto dell’altro), eccesso di sport o, al contrario, assenza di movimento. Si nota una maggiore frequenza nel sesso femminile, poiché la larghezza del bacino determina maggiore tensione alle strutture tendinee.

Dolore localizzato sul fianco, in corrispondenza della sporgenza del gran trocantere, sulla parte esterna superiore della coscia, che può estendersi ai glutei e alla gamba. Le fitte rendono difficoltosa la deambulazione, con tendenza a quella che viene chiamata “zoppia di fuga”, ovvero un passo rapido con l’arto sofferente per evitarne l’appoggio al suolo. Il dolore può comparire anche nelle ore notturne, dormendo sdraiati sul fianco sofferente.

Sulla base dei sintomi viene effettuato un primo esame fisico. Risonanza Magnetica e radiografia dell’anca permettono di determinarne l’origine e la possibile evoluzione, utile in caso di persistenza di dolore che può indicare una compromissione dell’articolazione.
Le informazioni contenute nel Sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica.
Non trovi la patologia che stai cercando?
Clicca qui