Salus Hospital / 13 novembre 2020

Ecocolordoppler dei tronchi sovraortici: che cos’è e quando è utile

Ecocolordoppler dei tronchi sovraortici: che cos’è e quando è utile
L’EcocolorDoppler dei tronchi sovraortici (TSA) è una metodica diagnostica non invasiva e indolore che  permette lo studio morfologico e funzionale del flusso di sangue all’interno dei vasi - arterie e vene - del collo e della testa. 
 

A cosa serve
Questo esame utilizza la tecnologia dell’ecografia, ma viene eseguito con mezzo di contrasto: si tratta di una sostanza, iniettata per via endovenosa, che interagisce con le onde prodotte dalla sonda ecografica e altera il modo in cui un organo viene mostrato nell’immagine radiografica. In questo caso, il flusso all’interno di vene e arterie viene mostrato con colori diversi, in rosso il flusso venoso e in blu quello arterioso.
 
L’ecocolorDoppler sfrutta anche il suono per fornire una panoramica esaustiva dello stato dei vasi analizzati.
Questo permette di avere informazioni per quanto riguarda:
 
  • Morfologia dei vasi, mostrando, per esempio lo spessore di parete di un determinato vaso, se vi sono stenosi, aneurismi o altre anomalie nel lume di arterie e vene.
  • Presenza di eventuali placche aterosclerotiche, generalmente accumuli di grasso, che rappresentano un rischio elevato per le patologie ischemiche e ictus, e il loro evolversi
  • Flusso del sangue all’interno di vene e arterie, evidenziato in due colori diversi (rispettivamente il rosso e il blu)
  • Velocità e direzione del flusso ematico.

Quando è indicato 

L’ecocolorDoppler dei Tronchi Sovraortici trova principalmente due applicazioni:
 
  • Nella prevenzione di aneurismi, ictus, ischemie e infarti
  • Per diagnosi e il controllo di eventi legati a patologie coronariche che si sono già manifestate e che si trovano in fase acuta, oppure che sono già state trattate e sono in fase di follow-up.
 
Nel primo caso, dovrebbero sottoporsi periodicamente a questo esame, dai 50 anni di età in poi:
  • coloro che presentano familiarità con patologie ischemiche o coronariche
  • fumatori
  • ipertesi
  • persone con ipercolesterolemia
  • diabetici
 
Nel secondo caso invece, è utilizzato per la diagnosi e il follow-up su pazienti che hanno già manifestato patologie cerebrovascolari come ischemie transitorie, ictus o anomalie morfologiche dei vasi del distretto testa-collo.
 

Come si svolge l’esame

Al paziente non è richiesta alcuna preparazione prima dell’esame, che dura nel complesso circa 15-20 minuti. Lo svolgimento non comporta alcun disturbo per il paziente e si svolge come una qualsiasi ecografia. Il paziente è disteso in posizione supina sul lettino. Sulla zona da esaminare, distretto testa-collo, viene applicato del gel ecografico trasparente. Il medico passa la sonda ecografica sull’area già coperta dal gel e riproduce così l’immagine dei vasi sanguigni sullo schermo, evidenziando in rosso il flusso venoso e in blu quello arterioso.
Dopo l’esame il medico può eseguire una diagnosi o può disporre eventuali altri accertamenti, qualora necessari, ad esempio l’angio-TC (lo studio dei vasi sanguigni condotto con la metodica TC) o la risonanza magnetica.


Per maggiori informazioni e per prenotare una visita contattaci allo 0522.499155 o scrivici tramite form.
Revisionato da: Adornini Giovanni
Le informazioni contenute nel Sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica.