ambulatorio

Il Breast Center è un centro altamente specializzato nella prevenzione, diagnosi, cura e follow-up delle patologie senologiche, fra cui quelle di natura oncologica.
Lo scopo del centro è di seguire la paziente in tutto il percorso clinico: tramite un'equipe multidisciplinare, che coinvolge medici specializzati in ambiti diversi, viene definito il miglior iter diagnostico e terapeutico per ogni singola paziente. Inoltre, grazie al percorso One Stop: è possibile concentrare visita, esami e diagnosi nell’arco di 24 ore. 

Il tumore della mammella 

lI tumore della mammella è la neoplasia più frequente nei paesi occidentali e la più diffusa fra la popolazione femminile in Italia, costituendo quasi il 30% di tutte le diagnosi tumorali. Il tumore al seno colpisce 1 donna su 8 nell’arco della vita, ma è anche una delle patologie oncologiche dalle quali è possibile guarire, con l’87% di sopravvivenza a 5 anni (Fonte AIOM AIRTUM 2019).

Per maggiori informazioni sulla patologia consulta la pagina dedicata

Il percorso One Stop 

Il percorso One-Stop è un sistema organizzativo basato sulla multidisciplinarietà degli specialisti, che permette alla paziente con sospetto tumore al seno di ottenere una diagnosi completa e precisa della sua situazione clinica, fornendole risposte concrete in una sola visita e nell’arco delle 24h.
Il protocollo prevede di eseguire nell’arco della giornata:
  • visita chirurgica
  • esami diagnostici (mammografia e ecografia)
  • ago-bioptico con risultato dello studio istologico.
L’obiettivo di una diagnosi in tempi rapidi è importante per: 
  • Intervenire il prima possibile sulla patologia.
  • Ridurre lo stress della paziente generato dall’attesa della diagnosi. 

Il Percorso Diagnostico Terapeutico e Assistenziale - PDTA

Il PDTA è  è una guida operativa per la diagnosi e il trattamento della paziente con tumore al seno, applicata sistematicamente dal team del Breast Center 
Per mezzo dell'approccio multidisciplinare e tramite il confronto degli specialisti sui singoli casi clinici, la guida permette di identificare l’iter terapeutico più idoneo, unendo l’analisi delle caratteristiche biologiche del tumore ai bisogni della paziente.
 
L'ITER SENOLOGICO PER LA PAZIENTE

La prevenzione sotto i 25 anni
A partire dall’età fertile è importante tenere sotto controllo la salute del seno. Un test semplice da svolgere ogni mese, una settimana dopo la fine della mestruazione, è l’autopalpazione del seno, consigliata già dai 20 anni di età. 

La prevenzione tra i 25 e i 40 anni
Insieme all’autopalpazione mensile, a partire dai 25 anni, è consigliabile fare almeno un’ecografia al seno ogni anno. L’ecografia rappresenta l’indagine di prima scelta nelle donne di età inferiore ai 40 anni, in cui la struttura ancora prevalentemente ghiandolare della mammella non rende efficace lo studio attraverso la mammografia. Questo esame è indolore, veloce e privo di rischi. 

La prevenzione dopo i 40 anni
Dai 40 anni di età, la mammografia è lo standard per il controllo annuale e per individuare le patologie tumorali all’inizio della loro manifestazione clinica. L’esame è completamente indolore. Per maggiori informazioni consulta la pagina dedicata

In menopausa
Con la menopausa si riduce drasticamente la produzione degli estrogeni, ormoni che svolgono anche una funzione protettiva verso le patologie tumorali del seno. Per questo motivo si consiglia alle donne in menopausa di avere ancora più attenzione alla prevenzione: autopalpazione e mammografia sono le indicazioni standard. 

Familiarità genetica
Il tumore al seno è una patologia che può avere una componente genetica tramandata a livello familiare. Se sono presenti altri casi in famiglia di neoplasia al seno è opportuno iniziare i controlli mammografici all’età di 25 anni o 10 anni prima dell’età di insorgenza del tumore nel familiare più giovane. E’ inoltre possibile prenotare una consulenza genetica nel centro per valutare la strategia preventiva più indicata.Protesi al seno 
La diagnostica senologica non comporta alcun rischio per le donne protesizzate che possono accedere ad entrambi gli esami diagnostici (ecografia e mammografia). Nonostante le protesi possano ridurre la visibilità delle macchine, le nuove tecnologie permettono di eseguire un’analisi accurata con risultati ottimali. 

Protesi al seno 

La diagnostica senologica non comporta alcun rischio per le donne protesizzate che possono accedere ad entrambi gli esami diagnostici (ecografia e mammografia). Nonostante le protesi possano ridurre la visibilità delle macchine, le nuove tecnologie permettono di eseguire un’analisi accurata con risultati ottimali.  

 

Il Breast Center dispone inoltre di misure organizzative tese alla diagnostica precoce di neoplasie del seno, grazie alla disponibilità di un ambulatorio con accesso in formula One Stop, che permette di eseguire la diagnosi in giornata.

Il percorso clinico-terapeutico è articolato in un primo livello diagnostico con esecuzione di esami strumentali (mammografia, ecografia, ecocolordoppler, elastosonografia, risonanza magnetica mammaria con bobina dedicata) e di un secondo livello interventistico, riservato ai casi di sospetta neoplasia mammaria, in cui si eseguono indagini cito-istologiche in day-hospital (core biopsy su guida ecografica e stereotassica, biopsie in anestesia locale eco-stereoguidate, ago aspirato eco-guidato).

Per le pazienti che hanno un’elevata familiarità con il tumore del seno, è possibile ricevere una consulenza genetica. Tramite l’esecuzione di test genetici specifici per la neoplasia della mammella, la paziente sarà indirizzata verso il piano di prevenzione personalizzato più indicato per lei.

i trattamenti identificati per ogni singolo caso emergono dalla valutazione del team multidisciplinare rispetto alle caratteristiche biologiche del tumore e ai bisogni della paziente. 
Le principali terapie possibili sono: 
  • Chirurgia Senologica (mono/bilaterale, conservativa, mastectomia)
  • Chemioterapia adiuvante e neoadiuvante
  • Terapia ormonale
  • Radioterapia

Gli specialisti coinvolti sono:
  • Chirurgo senologo,
  • Radiologo
  • Genetista 
  • Anatomopatologo
  • Case Manager (infermiere dedicato)
  • Oncologo
  • Radioterapista
  • Onco-Genetista
  • Psico-oncologo
  • Chirurgo Oncoplastico e Oncoricostruttore
  • Ginecologo
  • Fisiatra
  • Fisioterapista
  • Endocrinologo

Le Case Manager coordinano il percorso assistenziale delle pazienti proponendo, al fianco della terapia oncologica tradizionale, alcuni servizi complementari di Oncologia Integrata. E’ possibile richiedere informazioni su:
  • Agopuntura; 
  • Riflessologia, Shiatsu, Qi Gong, Yoga; 
  • Meditazione e Reiki; 
  • Consulenze di Fitoterapia e sostanze naturali; 
  • Laboratori di Arteterapia. 
Queste pratiche sono utili a ridurre i sintomi correlati ai trattamenti chirurgici e farmacologici e favoriscono il miglior recupero del benessere psico-fisico.

Informazioni sull'ospedale

Dove siamo

Via Emilio Praga, 26, 00137 Roma (RM)
Lazio

Ottieni indicazioni

Come raggiungerci

Autobus 
Dalla Stazione Termini – Autobus 66 da Termini fino a via Ugo Ojetti (piscine Athlon)

Metro 
Dalla metro B Conca d'Oro
  • autobus 63 (fermata via Ugo Ojetti Ipercarni)
  • autobus 337 (fermata via Ugo Ojetti Ipercarni)
  • autobus 343 (fermata via Nomentana altezza via Gaspara Stampa, edicola)

La struttura

Direttore Sanitario: Dott.Vittorio Chignoli
Amministratore Delegato: Valeria Giannotta
Posti letto: 132
Chi siamo
Carta servizi