Diagnostica per Immagini

Specialità ambulatoriali

Prenotazioni Accettazione Cassa Attività Ambulatoriali

Da Lunedì a Venerdì 7.30 - 19.30 Sabato 8.00 - 14.00
Tel. 0545 217100


La Diagnostica per Immagini di Maria Cecilia Hospital si avvale di apparecchiature che utilizzano varie forme di energia (raggi X, campi magnetici, radiofrequenze, ultrasuoni) per ottenere immagini che vengono poi esaminate dal Medico Radiologo per le valutazioni diagnostiche.

Il Servizio, grazie ad una strumentazione tecnica completa e d’avanguardia, offre prestazioni di:

  • Angiografia digitalizzata diagnostica ed interventistica
  • Contrastografia (esami del tratto gastroenterico, urografie)
  • Radiografia Tradizionale (esami dello scheletro e del torace)
  • RMN - Risonanza Magnetica - che offre un importante contributo diagnostico soprattutto in patologie di natura neurologica, ortopedica, cardiovascolare, addominale e maxillo facciale (ATM). In dotazione due apparecchiature "chiuse" ad alto campo magnetico, una a 1,5 Tesla.
  • TAC - Tomografia Assiale Computerizzata - di tipo spirale che consente una riduzione sensibile dei tempi di esecuzione degli esami e una maggiore accuratezza della diagnosi. Le ricostruzioni bi- e tridimensionali sono di grande utilità per la diagnosi di alcune patologie neurologiche, cardiovascolari e ortopediche
  • DENTAL-SCAN per interventi di impiantologia dentaria
  • TAC-PET - Tomografia ad Emissione di Positroni- è una metodica combinata che permette un'accurata e precoce visualizzazione delle neoplasie primitive e delle localizzazioni metastatiche.
     

Consulta le prestazioni che puoi eseguire: Radiologia, Risonanza Magnetica, Tac.

Il Servizio si avvale di sistemi per la radiologia digitale (ortopantomografo e cefalografo digitali) che permettono:

  • la riduzione della dose di radiazioni impartita al paziente - questo punto è particolarmente importante per le radiografie endorali, che si confrontano con le endorali su pellicola e vengono eseguite senza schermi di rinforzo. Per gli esami extra orali, rispetto alle pellicole con schermi alle terre rare la riduzione di dose viene valutata intorno al 30-40% nella media dei casi;
  • la rielaborazione delle immagini con modulazione della densità e del contrasto – è possibile correggere e recuperare molte radiografie esposte in modo scadente senza ripeterle, riducendo quindi l’esposizione del cliente ai raggi X;
  • l’archiviazione delle immagini su di un supporto informatico – in minimo spazio e con recupero in tempi brevissimi, anche da parte di Osservatori posti in altra sede, con trasmissione delle immagini a distanza.

RISONANZA MAGNETICA 1,5 TESLA

Permette di visualizzare l’interno del corpo in modo non invasivo senza l’impiego di energie lesive. L’accuratezza diagnostica e l’assenza quasi totale di effetti collaterali rendono questa procedura di primaria importanza nella diagnosi di moltissime malattie, principalmente viene prescritta per la neuroradiologia, per la prevenzione cardiovascolare e per la diagnosi di patologie in ambito neurologico, cardio-vascolare, interni stico, ginecologico e muscolo-scheletrico.
La risonanza magnetica è un esame fondamentale per la diagnostica di II e III livello, la second opinion di approfondimento.
Maria Cecilia Hospital ospita due Risonanze magnetiche di alta fascia tecnologica per l’elevato  campo  magnetico,  1,5 Tesla, con magnete ampio che permette l’esame a pazienti claustrofobici.
 
LA RISONANZA MAGNETICA CARDIACA

La prevenzione delle malattie del cuore si avvale di esami strumentali all’avanguardia rispetto alle tradizionali tecniche diagnostiche. La risonanza magnetica cardiaca, esame in grado di visualizzare la attività contrattile e la struttura del cuore, si esegue a completamento dell’iter diagnostico del paziente cardiologico essendo una tecnica non invasiva che sfrutta campi magnetici e onde di radiofrequenza per produrre immagini nei tre piani dello spazio, statiche o dinamiche, del cuore e dei grossi vasi.
 
L’assenza totale di radiazioni, la maggior risoluzione spaziale, la possibilità di misurare volumi, massa e funzione ventricolare, la capacità di valutare la perfusione e la vitalità del miocardio e di
quantificare i flussi attraverso le valvole cardiache, rendono la Risonanza cardiaca applicabile all’intero campo di diagnosi delle patologie cardiovascolari.
E’ uno strumento d’indagine importante per l’individuazione di cardiomiopatie di origine genetica, anche al fine di differenziare la malattia vera e propria dal cosiddetto cuore d’atleta.
 
L’Unità Operativa di Cardiologia di Maria Cecilia Hospital ha ottenuto la certificazione di competenza rilasciata dall’European Association of Cardiovascular Imaging (EACVI).
 La certificazione si traduce in una garanzia per i pazienti che si sottopongono all’esame diagnostico, perché attesta l’alto livello qualitativo nell’esecuzione della indagine.

LA RISONANZA MAGNETICA DELLA MAMMELLA

Strumento diagnostico fondamentale, il più sensibile in ambito senologico, perché permette di identificare anche la natura di noduli molto piccoli, studiandone la dinamica di vascolarizzazione.
Si tratta di un esame complementare alle tecniche più tradizionali (mammografia ed ecografia mammaria) non applicabile a tutte le pazienti, ma solo a casi selezionati, secondo le linee guida della letteratura medico scientifica internazionale. 
Indagine eseguita con mezzo di contrasto, ad eccezione dello studio delle protesi.

Multiparametrica della prostata
La Risonanza Magnetica Multiparametrica della prostata è oggi metodica diagnostica di Radiologia maggiormente affidabile nella identificazione del tumore alla prostata. 
L'esame prevede l'utilizzo di apparecchiature ad alto campo ed una specifica dotazione hardware e software al fine di ottenere il miglior dettaglio possibile. 
‘E definita multiparametrica in quanto vengono acquisiti molteplici parametri: morfologia, perfusione ematica, densità cellulare e metabolismo. 

Non prevede l'impiego di radiazioni ionizzanti ed è una procedura non invasiva. 
‘E utilizzata per studiare i pazienti con PSA alterato e per identificare i casi da sottoporre a biopsia, evitando procedure invasive non indicate. 
In caso di malattia, valuta l'estensione del tumore per determinare la migliore tipologia di trattamento e definisce l'eventuale presenza di recidive in caso di rialzo del PSA dopo trattamento chirurgico, radioterapico o farmacologico.

LE TAC
A Maria Cecilia Hospital sono presenti due TAC. 

TC  HEALTHINEERS SOMATOM CONFIDENCE 128 SLICE
La TAC 128  slice, apparecchio multidetettore usato dell’equipe della Radioterapia per la definizione dei campi corporei sede di malattia da irradiare.

TC SOMATON DEFINITION FLASH 256 SLICE – DUAL SOURCE
Si tratta di tecnologia TAC avanzata, dual source – 256 slice, che rappresenta un investimento importante per la Struttura ed offre vantaggi unici alla qualità delle prestazioni fornite ai pazienti. 
Questo apparecchio utilizza una tecnologia a doppia sorgente radiogena con vantaggi in termini di qualità delle immagini, di rapidità di esecuzione e di riduzione della dose radiante somministrata. 
Possono essere espletati  esami cardiologici anche in presenza di frequenze cardiache elevate e per l'elevata velocità di scansione (torace in meno di 1 secondo, total body in meno di 5 secondi)  è lo strumento privilegiato per interventi d'emergenza.

E’ in grado di cardiosincronizzare (trigger) l’emissione di raggi X che attraversano il corpo del Paziente riducendone la dose con benefici soprattutto nei pazienti pediatrici.
Inoltre con funzione di elaborazione informatica post-processing è possibile ridurre nettamente gli artefatti metallici che ostacolano la formazione di immagini diagnostiche.  
Queste caratteristiche tecnologiche ne fanno un’apparecchio idoneo allo studio dell’apparato cardiovascolare per  l’analisi delle coronarie ed è possibile attuare uno screening per il riconoscimento delle calcificazioni parietali degenerative delle coronarie attraverso  il Calcium Score Index.

Calcium Score Index
Il Calcium Score Index è una delle procedure di diagnosi principali per la valutazione del grado di aterosclerosi delle coronarie, indicata per valutare il rischio di infarto del miocardio.
Questo approfondimento diagnostico quantifica il contenuto di calcio presente nelle arterie coronarie tramite TAC multistrato. 
L’esame, di breve durata e senza mezzo di contrasto,  per via endovenosa, è una valutazione determinante a fronte dei principali fattori di rischio di coronaropatia come elevati valori di colesterolemia, familiarità per infarto, diabete, elevata pressione arteriosa, fumo, obesità, inattività fisica.
Spesso per ulteriore approfondimento viene eseguita la TAC coronarica, per valutare al meglio il calibro delle arterie coronarie e la capacità di perfusione del miocardio.

ANGIOTAC CORONARICA
Questa indagine comprende, oltre all’esame del contenuto di calcio nelle pareti delle arterie coronarie, lo studio delle arterie del cuore senza introduzione di cateteri nei vasi coronarici.
Questo studio richiede infatti la sola iniezione endovenosa di mezzo di contrasto ed è consigliato
per i soggetti a rischio di coronaropatia o con sintomatologia cardiaca, ma anche per il controllo di pervietà di bypass o di stent in pazienti sottoposti a interventi di rivascolarizzazione coronarica.
Il principale vantaggio è la possibilità di studiare con elevata accuratezza le pareti ed il lume delle coronarie utilizzando programmi di ricostruzione elettronica. 
La TAC coronarica è tanto più accurata quanto più performante è la macchina che la esegue ed a tal fine si
Presta la tecnologia dual souce in dotazione.

LA TAC CONE BEAM
La diagnostica per immagini nei pazienti di Chirurgia Maxillo Facciale, ORL, Odontoiatria  trova la sua migliore risposta nella TC Cone Beam (CBCT). 
Si tratta di un tomografo volumetrico digitale dedicato all’imaging del distretto oro-maxillo-facciale. 
Tecnologia di ultima generazione, l’apparecchio compie una rotazione completa di 360 gradi
intorno alla testa del paziente ed esegue una serie di radiogrammi digitali ad angoli prefissati.
In pochi secondi di esecuzione con la CBCT si riescono ad ottenere immagini estremamente
dettagliate e precise.
 Inoltre la dose di radiazioni a cui viene esposto il paziente è inferiori da 5 a 20 volte rispetto a quella impiegata durante una TC tradizionale.
L’utilizzo della tecnica Cone Beam, consentendo di limitare molto l’esposizione alle radiazioni ed
avendo un tempo assai ridotto per l’esecuzione, unitamente al fatto di avere una struttura “aperta”, è particolarmente indicato per pazienti in età pediatrica, ansiosi e/o claustrofobici, utilizzabile anche da pazienti con difficoltà motorie.

Servizio di Fisica Sanitaria

Responsabile:
DR. MICHELA BACCOLINI

Dr. Piera Baruzzi
Dr. Stefano Berardi
Ing. Massimo Burioli
Ing. Elisabetta Conti
Dr. Angela Grandioso
Dr. Fabrizio Ponti
Dr. Francesca Ravaioli
Dr. Silvia Ricci
Dr. Luciano Lembo

 

Il Servizio svolge un'attiva e fondamentale collaborazione con il Servizio di Diagnostica per Immagini: il continuo controllo dei parametri tecnici più significativi delle apparecchiature radiologiche, delle risonanze magnetiche e della TAC-PET permette di assicurare la qualità delle immagini, garantendo una migliore prestazione diagnostica a favore dell'utente.

La collaborazione con il Servizio di Radioterapia riguarda la stesura dei piani di trattamento, la calibrazione degli acceleratori lineari, i controlli di qualità sul TAC simulatore, sugli acceleratori e su tutta la strumentazione di misura. Il Servizio di Fisica Sanitaria gestisce inoltre l'attività di protezione dei lavoratori, della popolazione e degli utenti riguardo ai rischi connessi all'utilizzo di radiazioni e di ultrasuoni: vengono infatti eseguiti periodici controlli di qualità sulle apparecchiature, rilevazioni ambientali e dosimetria personale sui lavori.

 

Info legali

MARIA CECILIA HOSPITAL SPA
Sede Legale: Via Corriera, 1 - 48033 COTIGNOLA (RA) - Codice Fiscale, Partita IVA e n. iscriz. Reg.Imprese di RA 00178460390
PEC: gvm-vmc@legalmail.it

Società soggetta all’attività di direzione e coordinamento di Gruppo Villa Maria S.p.A

>> Amministrazione Trasparente 

Bollino rosa