ricovero

L'Unità Operativa di Chirurgia Generale si occupa di tutte le patologie che necessitano di un approccio chirurgico.

E' organizzata in:
  • Chirurgia oncologica digestiva
  • Chirurgia epato-bilio-pancreatica
  • Chirurgia senologica
  • Chirurgia di parete
  • Chirurgia proctologica
     
L'accesso all'Unità può avvenire secondo le modalità di ricovero ordinario, d'urgenza (attraverso il Pronto Soccorso), Day Surgery oppure APA (prestazioni ambulatoriali).
 
Nello specifico l'U.O. si occupa del trattamento chirurgico di patologie benigne e maligne dei vari organi dell'apparato digerente prediligendo – ove possibile – la tecnica mininvasiva laparoscopica che permette di operare all’interno dell’addome attraverso piccole incisioni di soli alcuni millimetri.
 

Laparoscopia 

La tecnica laparoscopica prevede l'utilizzo di:
  • telecamera del diametro di 5-10 mm che viene introdotta in addome attraverso una piccola incisione
  • strumenti chirurgichi miniaturizzati (3-5 mm) introdotti attravero ulteriori minime incisioni chirurgiche - in numero variabile da 2 a 4 a seconda della procedura effettuata - che vengono utilizzati dal chirurgo per eseguire l'intervento.

Rispetto alla chirurgia tradizionale (detta "open", a cielo aperto o laparotomica) sono notevolmente ridotti il trauma chirurgico, il dolore e la degenza postoperatori. Inoltre la ripresa delle attività quotidiane e lavorative è più veloce.
Attività chirurgica

  • Reflusso gastro-esofageo ed ernia iatale
  • Neoplasie gastriche
  • Neoplasie del colon-retto
  • GIST (tumori stromali gastro-intestinali)
  • Malattie infiammatorie croniche intestinali (Morbo di Crohn, rettocolite ulcerosa)
  • Chirurgia senologica
  • Calcolosi della colescisti
  • Ernie della parete addominale (ernie inguinali, crurali, ombelicali e laparoceli)
  • Chirurgia proctologica (prolasso emorroidario, fistole perianali, sindrome da defecazione ostruita, prolasso rettale/multicompartimentale - retto-utero-vescicale, incontinenza fecale e/o urinaria)

Il gruppo oncologico multidisciplinare è formato da diversi specialisti che, con le loro specifiche competenze, partecipano alla definizione del percorso diagnostico terapeutico del paziente oncologico.
 
Tale approccio offre al paziente la possibilità di essere curato in maniera integrata con una strategia terapeutica personalizzata.

La presa in carico multidisciplinare facilita i vari passaggi decisionali. Lo scambio di dati e informazioni tra gli specialisti si traduce in pratica clinica, ovvero la priorità di un trattamento oncologico su quello chirurgico e viceversa. 

Informazioni sull'ospedale

Dove siamo

Via Aurelia 275, 00165 Roma (RM)
Lazio

Ottieni indicazioni

La struttura

Direttore Sanitario: Dott. Giuseppe Massaria
Presidente: Ettore Sansavini
Posti letto: 230
Chi siamo
Carta servizi