Urologia

Specialità ambulatoriali

Prenotazione tramite CUP
Tel. 06 39976496
 
Orario: dal lunedì al venerdì dalle 7.30 alle 19.00
Sabato dalle 8.00 alle 13.00 

L'attività dell’ambulatorio di Urologia è principalmente indirizzata alla prevenzione, diagnosi e trattamento di:
  1. Calcolosi urinaria
  2. Ipertrofia Prostatica Benigna e dei disturbi urinari
  3. Tumore prostatico
  4. Tumori dell’apparato renale e vescicale
e in generale alla:
  • Urologia diagnostica ed endoscopica 
  • Andrologia
 

1. Calcolosi urinaria 


La calcolosi è molto frequente, colpisce dall'1 al 10% della popolazione, in particolare le donne sopra i 50 anni e può derivare da una eccessiva secrezione del calcio urinario o, meno frequentemente, da squilibri
ormonali. La diagnosi, indispensabile per un percorso terapeutico mirato, si effettua con:
  • esame ecografico: visualizza il calcolo o una dilatazione che è un segno indiretto della presenza di una ostruzione
  • esame radiografico: meglio una URO-TC, che precisa le dimensioni e la sede del calcolo
I calcoli devono essere sempre rimossi, anche se asintomatici, per la concreta possibilità di infezioni urinarie, di sanguinamenti e di insufficienza renale. Si può intervenire farmacologicamente o chirurgicamente a seconda del caso specifico. 


2. Ipertrofia Prostatica Benigna e dei disturbi urinari

L’iperplasia prostatica benigna (IPB) è un ingrossamento della ghiandola intorno all’uretra prostatica che
può causare un ostacolo idraulico e quindi disturbare lo svuotamento della vescica e portare a sintomi che
interferiscono sulla qualità di vita. Colpisce il 56% degli uomini tra i 50-79 anni, il 70% tra 80-89 anni, fino a
un 90% negli over 90.

Per un corretto inquadramento dei disturbi urinari è necessario eseguire:
  • Esplorazione rettale
  • Ecografia prostatica sovrapubica o transrettale
  • Dosaggio del PSA ematico
  • Uroflussimetria / Esame Urodinamico

Solitamente il primo approccio al disturbo urinario da IPB è quello farmacologico. Quando non risolutivo si indirizza il paziente verso il trattamento chirurgico.


 

3. Prevenzione e diagnosi del tumore prostatico


Il tumore prostatico rappresenta il tumore più frequente nel maschio. Nelle sue fasi iniziali è totalmente
asintomatico
e non mostra alcun segno obiettivo che possa rappresentare un campanello d’allarme.

È importante iniziare la prevenzione all’età di 50 anni che si effettua con:
  • Esplorazione digito rettale in grado di diagnosticare almeno un terzo dei tumori prostatici
  • Esame ecografico prostatico sovrapubico o meglio transrettale
  • Valutazione del PSA ematico
  • Biopsia prostatica
  • RM multiparametrica esame sofisticato in grado di valutare meglio noduli sospetti da indirizzare a biopsia

Nel caso di diagnosi di tumore prostatico il trattamento può essere: la semplice osservazione, la sorveglianza attiva, il trattamento ormonale, radioterapico o quello chirurgico (open, laparoscopico, robotico) in considerazione, soprattutto, del grado di malignità del tumore (vedi sezione ricovero).

 

4. Prevenzione e diagnosi dei tumori dell’apparato renale e vescicale

Il tumore della vescica rappresenta il 70% dei tumori delle vie urinarie e colpisce principalmente gli uomini tra i 60 e i 70 anni e il principale fattore di rischio è il fumo di sigaretta.

Presso l’ambulatorio dell’Ospedale San Carlo di Nancy in caso di sospetto di tumore vescicale viene prescritto un:
  • Esame ecografico per dimostrare la presenza di papillomi
  • Esame ambulatoriale citoscopico, necessario per la diagnosi certa perché in grado di descrivere l’aspetto, le dimensioni del tumore e i suoi rapporti con gli sbocchi dei due ureteri.

A questo punto si procede alla programmazione dell’intervento chirurgico di resezione transuretrale che ha lo scopo di eliminare la causa del sanguinamento, la crescita della lesione, ma anche di conoscere
l’aggressività biologica del tumore e lo stadio, cioè la profondità di infiltrazione dei tessuti vescicali (vedi la
sezione Urologia in regime di ricovero
).

 

> Urologia diagnostica ed endoscopica

Comprende:
  • Uretrocistoscopia ambulatoriale: esame diagnostico che permette di avere informazioni sulla morfologia del basso tratto urinario e di diagnosticare varie patologie della vescica e dell’uretra. Viene eseguito mediante l’introduzione del cistoscopio nell’uretra e successivamente in vescica.
  • Esame urodinamico: esame diagnostico che permette di avere informazioni sulla funzionalità del basso tratto urinario e di diagnosticare varie patologie disfunzionali della vescica e dell’uretra. L’esame urodinamico si compone di:
    • UROFLUSSIMETRIA: consiste nell’urinare, svuotando completamente la vescica, utilizzando un “finto water” che si chiama COMODA.
    • CISTOMANOMETRIA: si esegue posizionando in vescica per via trans-uretrale due piccoli cateteri uno per riempire la vescica e l’altro per misurare le variazioni di pressione all’interno della vescica durante il riempimento vescicale.
 

> Andrologia

L'Ospedale San Carlo di Nancy si occupa anche di Andrologia ovvero della salute maschile con particolare riferimento alle disfunzioni dell'apparato riproduttore e urogenitale. 

Con l’abolizione della visita di leva militare è venuto a mancare il momento di prevenzione che permetteva di valutare tutti i giovani maschi. Anche per questo motivo è importante poter eseguire una prima visita andrologica ai ragazzi di 13-14 anni e successivamente all’età di 16-18 anni.

Presso l’ambulatorio si esegue la prevenzione e la diagnosi:
  • Dell’età adolescenziale e giovanile come varicocele, idrocele, incurvamenti penieni, fimosi
  • Delle disfunzioni sessuali quali disturbi dell’erezione e disturbi dell’eiaculazione
  • Prevenzione diagnosi e trattamento dell’infertilità di coppia, in collaborazione con il team ginecologico
  • Prevenzione oncologica per i tumori dell’apparato genitale maschile
Il trattamento delle patologie andrologiche potrà essere di tipo farmacologico, sessuologico o di tipo chirurgico (vedi sezione ricovero).


 

Info legali

Ospedale San Carlo di Nancy GVM Care e Research S.r.l
Sede Legale: Via Aurelia 275 00165 ROMA - Codice Fiscale e Partita IVA 13324151003 – PEC: gvm-osc@legalmail.it - Capitale sociale € 200.000,00 i.v. Iscritta alla CCIAA di Roma - REA n. RM-1438756

Società soggetta all’attività di direzione e coordinamento di Gruppo Villa Maria S.p.A

>> Amministrazione trasparente