ricovero

L'Unità Operativa di Ginecologia propone avanzate metodiche terapeutiche per il trattamento delle principali patologie ginecologiche e uro-ginecologiche. Inoltre la Divisione di Ginecologia ha in atto un processo di clinicizzazione con il Policlinico Universitario Agostino Gemelli.
 
L’Unità Operativa di Ginecologia sta portando avanti un programma d’avanguardia per abbattere l’invasività chirurgica, il cosiddetto approccio SCARLESS ovvero una chirurgia senza cicatrici.
 
Il programma di chirurgia proposto per le patologie ginecologiche e uro-ginecologiche si basa su un approccio personalizzato alla patologia - per ogni paziente - e sulla Chirurgia ultra mininvasiva che permette rapido recupero post operatorio, minore dolore dopo l’intervento e riduzione delle cicatrici per un miglior risultato anche estetico.
 

Aree di intervento 


  • Oncologia ginecologica
  • Chirurgia mininvasiva
  • Isteroscopia diagnostica ed operativa
  • Diagnosi e trattamento delle patologie benigne di utero, ovaio e annessi
  • Diagnosi e trattamento della patologia del basso tratto genitale
  • Diagnosi e trattamento del dolore pelvico cronico e dell’Endometriosi  

  • Chirurgia isteroscopica: Ove possibile vengono preferiti interventi per via endoscopica, che evitano incisioni e cicatrici alla paziente.
  • Chirurgia laparoscopica percutanea: Approccio chirurgico laparoscopico che impiega strumenti ultra sottili, di <3mm di diametro. Con questa metodica il foro d’entrata nell’addome è talmente piccolo che al termine dell’intervento non è necessario applicare il punto di sutura.
  • Chirurgia mini-laparoscopica. Approccio laparoscopico che impiega degli strumenti di diametro <5 mm.
  • Single Port Surgery (LESS) Approccio laparoscopico che prevede come unico punto di ingresso nell’addome l’ombelico.
I tempi di ricovero variano in base ai casi ma in media non superano i tre giorni.

Grazie all’avanzare delle conoscenze mediche in campo oncologico sono oggi disponibili e sempre più impiegati dei test di screening genetici per la valutazione del rischio di insorgenza di tumore dell’ovaio o della mammella in pazienti con familiarità per queste patologie.
La chirurgia ultra mini-invasiva si presenta come una valida opzione per le donne a rischio che scelgono di eseguire la chirurgia preventiva.

  • Trattamento dell'incontinenza urinaria femminile; della ritenzione urinaria organica e funzionale
  • Chirurgia ricostruttiva del pavimento pelvico (prolasso genitale)
  • Trattamento dell'incontinenza fecale, della defecazione ostruita, delle cistiti croniche, della cistite interstiziale, della vescica neurologica

Informazioni sull'ospedale

Dove siamo

Via Aurelia 275, 00165 Roma (RM)
Lazio

Ottieni indicazioni

La struttura

Direttore Sanitario: Dott. Giuseppe Massaria
Presidente: Ettore Sansavini
Posti letto: 230
Chi siamo
Carta servizi