Varicocele pelvico

Cos’è

Dilatazione e perdita di tono dei plessi venosi ovarici e dell'utero che provocano un'ipertensione venosa.

Origine

La dilatazione varicosa delle vene pelviche si presenta, nella maggior parte dei casi, nelle donne che hanno superato i 25 anni e in seguito a una gravidanza. All'origine c'è un’insufficienza venosa costituzionale, spesso associata a emorroidi. In altri casi la presenza di questo disturbo è legata a posizioni anomale dell'utero, a tumori oppure a infiammazioni che interessano le pelvi

Come si manifesta

Le pazienti presentano varici, ovvero dilatazioni delle vene, nella parte inferiore della vagina e/o degli arti inferiori. Il varicocele femminile può causare un dolore al basso ventre, accentuato durante il ciclo mestruale e può essere accompagnato da sintomi quali: l'urgenza urinaria o disturbi della minzione, la costipazione e le emorroidi.

Come si accerta

La visita ginecologica viene accompagnata solitamente da Ecocolordoppler pelvico e transvaginale, che fornisce un quadro completo dell'anatomia delle vene pelviche.

Le Strutture Sanitarie che accertano o curano questa patologia

Non trovi la patologia che stai cercando?
Clicca qui