Abrasioni e traumi corneali

Le abrasioni sono lesioni di origine traumatica che interessano la cornea, la membrana trasparente anteriore dell'occhio, e che ha lo scopo di lasciare passare la luce. Nella maggior parte dei casi si tratta di lesioni superficiali che tendono alla guarigione spontanea entro qualche giorno, ma se interessano gli strati più profondi dell’occhio, può essere necessario rivolgersi al proprio medico.

L’abrasione solitamente è causata dal contatto e dallo sfregamento con corpi estranei, come: granelli di polvere o di sabbia, particelle di metallo, legno o altro materiale, il contatto accidentale con foglie e rametti, unghie che accidentalmente sfregano contro la cornea.

Anche le esposizioni ai raggi ultravioletti, l’uso improprio e prolungato di lenti a contatto e lo sfregamento dell’occhio troppo intensamente possono dare origine a questo tipo di trauma.

La lesione corneale si manifesta con:

  • dolore
  • arrossamento dell’occhio
  • visione offuscata
  • sensibilità alla luce
  • gonfiore alle palpebre
  • blefarospasmo, cioè la contrazione involontaria dei muscoli palpebrali
  • lacrimazione abbondante

Nei casi più gravi, quando sono interessati gli strati più profondi, e non sono adeguatamente trattate, possono favorire l’insorgenza di infezioni.

La diagnosi viene fatta attraverso anmnesi del paziente in modo da determinare la causa che ha portato alla lesione.
Per evidenziare la presenza di lesioni, il medico oculista utilizza in genere la fluorescina, un colorante che evidenzia la presenza di abrasioni e traumi che interessano la cornea, e che permette di analizzare l’occhio attraverso l’uso della lampada a fessura.
Nel caso si sospetti di una perforazione della cornea da corpo estraneo, il medico può richiedere ulteriori accertamenti.
Le informazioni contenute nel Sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica.
Non trovi la patologia che stai cercando?
Clicca qui