Lichen scleroatrofico

Disturbo infiammatorio non contagioso che colpisce cute e mucose dei genitali maschili e femminili.

Non esistono cause accertate del disturbo, che si ipotizza possa essere originato da fattori ereditari, da una anomala reazione del sistema immunitario o da squilibri ormonali. Colpisce con maggiore frequenza la popolazione femminile in età avanzata (post-menopausa), ma anche uomini in età avanzata.

Il paziente rileva la comparsa di chiazze bianche sulla pelle dell’area di ano e genitali, più raramente su tronco, torace e avambracci. Le macchie sono lucenti e piatte all’esordio, per poi formare pustole che tendono a raggrinzirsi e a lacerarsi, lasciando spazio a lividi o cicatrici. Tipicamente si manifestano prurito alle zone interessate, dolore, formazione di vesciche e sanguinamento. Nelle donne, la formazione di cicatrici può provocare il progressivo restringimento della vagina, rendendo dolorosi i rapporti sessuali. Se trascurato, il disturbo può favorire l’insorgere di tumori alla pelle.

La visita medica presso dermatologo, urologo o ginecologo può orientare la diagnosi, da confermare mediante prelevamento e analisi di un campione di tessuto (biopsia).
Le informazioni contenute nel Sito, seppur validate dai nostri medici, non intendono sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica.

Articoli correlati a Lichen scleroatrofico

28 marzo 2022 - GVM

Lichen scleroatrofico: la medicina rigenerativa per accelerare la cicatrizzazione dei tessuti

I vantaggi nel trattamento delle cicatrici e delle ulcere
Non trovi la patologia che stai cercando?
Clicca qui