Mesotelioma

Il mesotelioma è un tumore del mesotelio, sottile membrana che riveste gli organi interni.
In relazione al distretto corporeo d’insorgenza, il mesotelioma, si classifica in:
  • pleurico, la forma più frequente, si sviluppa nel mesotelio della pleura, foglietto che riveste i polmoni e la parete interna del torace,
  • peritoneale, insorge nel peritoneo, tessuto che avvolge gli organi addominali,
  • pericardico, alquanto raro, ha origine dalla membrana che riveste il cuore,
  • della tunica vaginale, molto raro, si sviluppa dal tessuto che riveste i testicoli e l’utero.
Il mesotelioma pleurico può essere suddiviso in 4 principali sottotipi: epitelioide (il più comune e con miglior prognosi), sarcomatoide o fibroso, misto o bifasico, desmoplastico (raro e difficile da diagnosticare).

Il principale fattore di rischio per il mesotelioma pleurico è l'esposizione all'amianto, noto anche come asbesto. Le fibre di amianto, estremamente sottili, se inalate, penetrano nell’apparato respiratorio, si depositano nei polmoni e provocano l'asbestosi, forma di fibrosi che compromette la normale espansione dell'organo, o il carcinoma polmonare.

Il rischio di sviluppare il mesotelioma aumenta nelle persone che hanno avuto contatti con l'amianto sul luogo di lavoro e tra i familiari conviventi. Incrementano il rischio di incidenza, anche, l’esposizione ambientale all'amianto, ad altre fibre minerali simili, a radiazioni ionizzanti o diossido di torio (usato in passato per immagini radiografiche) e casi rari di predisposizione genetica correlata alle mutazioni del gene BAP1.

Il mesotelioma si sviluppa circa 40-50 anni dopo l'esposizione all'amianto, con un rischio che aumenta in base alla durata e all'intensità dell'esposizione.

I sintomi del mesotelioma differiscono in base all'organo coinvolto. I sintomi del mesotelioma pleurico sono: difficoltà di respiro, dispnea (fiato corto) e tosse per l’accumulo di liquido nella cavità pleurica (versamento pleurico), dolore alla parte bassa del torace o alla schiena, debolezza muscolare, febbre superiore ai 38°c e perdita di peso.

La sintomatologia del mesotelioma peritoneale si manifesta a livello addominale con dolore, perdita di peso, nausea e vomito. A volte si osserva anche un aumento dell'addome a causa dell’accumulo di liquidi nella cavità peritoneale (ascite).
 

In presenza di sintomi sospetti è importante la raccolta delle informazioni cliniche del paziente (anamnesi) per accertare l’eventuale esposizione all’amianto. Altri esami diagnostici necessari per la diagnosi sono: radiografia del torace, Tomografia Assiale Computerizzata (TAC), con cui è possibile studiare anche l’eventuale diffusione del mesotelioma ad altri organi, biopsia (esame dei tessuti del tumore) che permette di accertare il tipo di tumore, la sua estensione e l’aggressività.  E’ possibile, inoltre, prelevare campioni di liquido presente nel torace (toracentesi), nell'addome (paracentesi) o nella cavità attorno al cuore (pericardiocentesi) per verificare al microscopio la presenza di cellule tumorali.
Le informazioni contenute nel Sito, seppur validate dai nostri medici, non intendono sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica.
Non trovi la patologia che stai cercando?
Clicca qui

Prenotazioni e appuntamenti nel palmo della tua mano

La nuova app MyGVM ti permette di trovare il tuo medico preferito, prenotare visite, controllare l’esito degli esami direttamente dal tuo telefonino! Scaricala ora:
anni