Risonanza Magnetica 1.5 Tesla

Specialità ambulatoriali


La Risonanza Magnetica (RM) è un esame diagnostico non invasivo che fornisce immagini anatomiche dettagliate utilizzando campi magnetici e onde radio, senza esporre il paziente a nessun tipo di radiazioni ionizzanti. L’accuratezza diagnostica e l’assenza quasi totale di effetti collaterali rendono questa procedura di primaria importanza nella diagnosi di numerose patologie.
 

A che cosa serve la Risonanza Magnetica?

La Risonanza Magnetica viene utilizzata per l'esecuzione di avanzati esami sia su specifiche parti del corpo che di esami per corpo intero. Attraverso questo macchinario è possibile sottoporsi ad esami altamente specialistici in campo neurologico, cardiologico, gastroenterologico, neurochirurgico, traumatologico, oncologico ed ortopedico.
 

La Risonanza Magnetica di Clinica Privata Villalba

La Risonanza Magnetica digitale a banda larga da 1.5 Tesla installata presso la Clinica Privata Villalba di Bologna è adatta per l'esecuzione di avanzati esami su tutti i distretti del corpo: encefalo, cuore, torace, organi addominali, articolazioni e colonna vertebrale.
Le tecnologie di ultima generazione di questo macchinario offrono una migliore qualità delle immagini grazie alla trasmissione del segnale mediante fibre ottiche. Le immagini che ne risultano sono più precise e dettagliate rispetto alle tradizionali risonanze che utilizzano tecnologie di trasmissione del segnale in forma analogica.
Ciò consente di affinare notevolmente le performance diagnostiche, ottimizzando la qualità delle immagini e i tempi di esecuzione dell’esame, il tutto offrendo la massima sicurezza ed il massimo comfort al paziente.
Inoltre, con questo nuovo macchinario, il problema dei movimenti involontari, ad esempio la peristalsi intestinale, il battito cardiaco o la stessa attività respiratoria, viene superato, aprendo così nuovi orizzonti di applicazione clinica a organi e apparati prima difficilmente studiabili.


Un esame in totale comfort

La Risonanza Magnetica di Clinica Privata Villalba è concepita per diverse tipologie di persone con età, corporatura e condizioni fisiche differenti, il macchinario dispone di caratteristiche che permettono una gestione più rapida, sicura e confortevole del paziente.

Il gantry, ovvero la cavità interna del macchinario, più largo e corto in questo nuovo modello, permette un notevole comfort per il paziente e riduce notevolmente i problemi legati alla claustrofobia e agli attacchi di panico in spazi chiusi.

Il lettino integrato è ideato per supportare pazienti di grossa corporatura offrendo massima libertà e comodità nel posizionamento degli stessi.

Questa Risonanza Magnetica è fornita di un sistema di illuminazione e di acustica dinamiche che permette al paziente di personalizzare l'ambiente e di immergersi in un'atmosfera rilassante che, unitamente al ridotto disturbo acustico, offre uno spazio comodo e rassicurante. Questa soluzione innovativa consente ai pazienti di scegliere i colori e i suoni presenti nella sala, coinvolgendoli concretamente nel trattamento.

Tutte le funzionalità vengono controllate attraverso una semplice interfaccia touchscreen che permette di proiettare immagini o filmati, anche personalizzati.
Il miglior confort per il paziente, oltre a rappresentare sempre un giusto atteggiamento verso chi si trova ad affrontare un problema sanitario piuttosto importante, si riflette in una migliore qualità di un esame che richiede tranquillità e immobilità.


Risonanza a misura di bambino

La  Risonanza Magnetica di Clinica Privata Villalba è particolarmente adatta ai bambini.
L’esame di RM può essere difficile da affrontare per i piccoli pazienti, perché richiede immobilità per una durata di tempo variabile relativamente lunga. Far si che un bambino resti immobile per così tanto tempo è molto difficile, soprattutto se deve essere inserito in un macchinario chiuso, per questo spesso è necessario ricorrere ad una sedazione farmacologica fatta da un medico anestesista.

A Villalba però, grazie al sistema video integrato, l’esame può trasformarsi in una gita al mare, o un avventuroso viaggio nello spazio, tra stelle e pianeti, riprodotti grazie a uno speciale videoproiettore. In questo modo il piccolo paziente può affrontare l’esame senza paura, in tranquillità e sicurezza.


Preparazione all’esame

Prima di sottoporsi alla risonanza il paziente riceve dal medico una serie di indicazioni che riguardano la preparazione all’esame.
Per risultati ottimali, è preferibile presentarsi all’esame a digiuno. E’ consentito bere acqua ma solo per assumere eventuali farmaci, ed è comunque consigliabile non ingerire quantità di acqua troppo elevate, per non compromettere l’esito dell’esame.

Talvolta, per riconoscere o valutare in maniera più approfondita lesioni e quadri patologici specifici, può essere utilizzato un mezzo di contrasto. L’uso di un mezzo di contrasto è da valutare nei pazienti con funzionalità renale compromessa. È inoltre importante che i pazienti con asma allergico o storia di allergie a farmaci (in particolare a mezzi di contrasto) lo segnalino al momento della prescrizione, della prenotazione e dell’esecuzione dell’esame.


Controindicazioni e fattori di rischio

L’esame di RM, non utilizzando radiazioni ionizzanti, non comporta rischi per il paziente.
L’utilizzo di campi magnetici e radiofrequenza proibisce di avvicinarsi al macchinario con dispositivi metallici, elettrici o elettromagnetici non rimovibili, poiché gli oggetti metallici immersi in un campo magnetico subiscono forze che possono provocarne lo spostamento.
L’esame ha controindicazioni per portatori di pacemaker cardiaco o di neuro stimolatori, perché il campo magnetico e/o le onde elettromagnetiche potrebbero alterarne il funzionamento.
 

Campi di applicazione


In Clinica Privata Villaba è possibile sottoporsi attraverso questo nuovo macchinario ad esami altamente specialistici in campo neurologico, cardiologico, gastroenterologico, neurochirurgico, traumatologico, oncologico ed ortopedico.

Attraverso l’esame di RM all’encefalo è possibile visualizzare, attraverso immagini tridimensionali estremamente dettagliate, le varie componenti encefaliche (cervello, diencefalo, tronco encefalico e cervelletto) di studiare l'attività cerebrale durante l'esecuzione di un certo compito (parlare o leggere), e le particolarità del flusso sanguigno all'interno dei vasi arteriosi e venosi delle varie componenti encefaliche. Viene così fornito uno studio non solo anatomico, ma anche funzionale di questo apparato.

L’esame di RM cardiaca consente di acquisire immagini ed informazioni precise sull'anatomia e sul funzionamento del cuore e sulle sue eventuali problematiche. I dati che si ottengono mediante questo esame sono considerati il "gold standard", che permettono di visualizzare con estrema precisione anche le alterazioni anatomiche e le patologie più complesse difficili da individuare per lo studio dei volumi, della massa e della funzione del cuore. Questo specifico esame permette inoltre di studiare gli atrii del cuore, la funzione delle valvole cardiache, i grandi vasi e la loro portata, per avere un panoramica dettagliata e completa dell’attività cardiaca del paziente.

La RM è particolarmente indicata anche per l’approfondimento delle patologie in ambito gastroenterologico, per lo studio della patologia infiammatoria dell’intestino. In particolare è la tecnica di riferimento per la valutazione e il follow-up delle malattie infiammatorie croniche intestinali quali il morbo di Crohn e la Colite Ulcerosa, ma è anche estremamente utile nel valutare eventuali patologie infettive quali le gastroenteriti e l’eventuale presenza di tumori.

La RM viene spesso utilizzata per l’approfondimento delle patologie dell’apparato muscoloscheletrico e per la diagnosi di sospette alterazioni della colonna vertebrale. Questo esame è in grado di fornire preziose indicazioni sullo stato di salute dei dischi intervertebrali, del tessuto osseo e del midollo spinale.

In campo ortopedico la RM viene utilizzata più frequentemente per lo studio dei tessuti molli, ad esempio nelle lesioni legamentose e meniscali del ginocchio, le lesioni tendinee nella spalla e lesioni cartilaginee nell'anca. Attraverso questo esame è possibile risalire all’origine di sintomi quali dolore, gonfiore e/o rigidità articolare, individuare lesioni a carico della cartilagine o dei tendini e diagnosticare i processi degenerativi, di natura infiammatoria, a carico dell'articolazione, come artriti o gonartrosi.