Tiroidite

Un’infiammazione acuta o cronica della tiroide.

La tiroide è la ghiandola posta alla base del collo che regola, attraverso la produzione di ormoni (T3 e T4), la maggior parte dei processi metabolici dell’organismo. La sua infiammazione acuta è dovuta ad un’ infezione batterica. La forma subacuta è  spesso conseguenza di infezioni di origine virale a livello di laringe e faringe. La forma cronica e più frequente (Tiroidite di Hashimoto o Tiroidite cronica autoimmune) è causata dalla presenza di anticorpi antitiroide. Una forma molto rara di tiroidite, è la tiroidite di Riedel che provoca fibrosi della tiroide, la cui causa non è nota.

Sintomi della forma acuta e subacuta sono l’aumento di dimensioni della tiroide, dolore a livello del collo e febbre. Il maggior rilascio nel circolo sanguigno di ormoni tiroidei può dare origine transitoriamente a sintomi di ipertiroidismo. La tiroidite di Hashimoto o Tiroidite cronica autoimmune ha una progressione lenta, può presentarsi con gozzo di modeste dimensioni o con riduzione di volume della tiroide. Può manifestarsi con fasi alterne di iperfunzione e normofunzione tiroidea ma l’evoluzione finale è verso l’ipofunzione tiroidea. La tiroidite di Riedel si caratterizza per la presenza di ipotiroidismo e compressione di esofago e trachea.

L’accertamento si effettua mediante il dosaggio degli ormoni tiroidei e del TSH. Per le forme acute e subacute importante è anche la valutazione degli indici di infiammazione. Per le forme autoimmuni, il prelievo ematico per la ricerca di anticorpi antitiroide è fondamentale per la diagnosi. L’ecografia tiroidea consente di rilevare le caratteristiche ecografiche tipiche della tiroidite e di rilevare l’eventuale presenza di noduli.
Le informazioni contenute nel Sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica.
Non trovi la patologia che stai cercando?
Clicca qui