Ipotiroidismo

Cos'è


E’ una sindrome dovuta ad una insufficiente azione degli ormoni tiroidei FT3 e FT4 prodotti dalla ghiandola tiroide che porta a un rallentamento dei processi metabolici dell’organismo. 


Origine

 
Gli ormoni FT3 e FT4 regolano alcune delle funzioni vitali fra cui il battito cardiaco, la fertilità, la digestione e la crescita. Fra le cause più comuni che portano la tiroide a produrre questi due ormoni in quantità ridotta ci può essere la tiroidite cronica autoimmune o tiroidite di Hashimoto: il sistema immunitario attacca le cellule tiroidee, distruggendole tramite produzione di anticorpi. 
 
Altre cause che facilitano la comparsa di ipotiroidismo sono: 
  • l’asportazione chirurgica della tiroide
  • l’uso di alcuni farmaci (fra cui il litio e l’amiodarone)
  • difetti congeniti
  • carenza di iodio o terapia radioattiva

Come si manifesta

 
Colpisce il 3% della popolazione, soprattutto le donne dopo i 50 anni o a seguito di una gravidanza. Fra i segnali più comuni che indicano la presenza di ipotiroidismo ci sono:
  • stanchezza cronica 
  • debolezza muscolare
  • bradicardia (rallentamento del battito cardiaco)
  • aumento di peso
  • insofferenza al freddo
  • sonnolenza e depressione
  • abbassamento della voce
  • problemi di memoria con rallentamento della parola
  • stitichezza
  • gonfiore del viso, con pelle spessa e pallida e capelli, assottigliati, radi e fragili

Come si accerta


Il test principale è il TSH reflex che si esegue tramite analisi del sangue e che rileva anche i più piccoli difetti della tiroide. 

Altro parametro da controllare per verificare la funzionalità della tiroide è il dosaggio di tiroxina libera (FT4) anch’esso tramite analisi del sangue. 

L’ecografia alla tiroide è invece utile per rilevare la presenza di noduli alla ghiandola, o una sua eventuale alterazione. 


 

Le Strutture Sanitarie che accertano o curano questa patologia

Non trovi la patologia che stai cercando?
Clicca qui