Alluce rigido

E’ una malattia artrosica di tipo degenerativo che colpisce l’articolazione metatarso-falangea, caratterizzata da  una riduzione della mobilità dell’alluce associato a dolore spesso tanto importante da impedire una corretta deambulazione.

Si tratta di una condizione clinica simile all’alluce valgo ma che riconosce cause, conseguenze e soprattutto soluzioni terapeutiche differenti. L’insorgenza può avvenire per diverse cause: stimoli meccanici anomali, malattie sistemiche metaboliche, condizioni infiammatorie e post-traumatiche. 

La patologia si presenta con la punta sollevata ed iper-estesa dell’alluce. La deformazione può provocare infiammazione e degenerazione dell’articolazione con dolore, rigidità, difficoltà a camminare e stare in piedi. Il dolore a riposo indica una progressione della patologia a causa della degenerazione cartilaginea e alla formazione di sporgenze ossee (osteofiti) che si sviluppano dorsalmente all'articolazione.

Un esame ortopedico diretto e una radiografia ai piedi in posizione eretta conducono all’accertamento del disturbo e la valutazione dell’entità del danno a carico dell’articolazione.

Le Strutture Sanitarie che accertano o curano questa patologia

Non trovi la patologia che stai cercando?
Clicca qui