Calcolosi della colecisti

La calcolosi è una malattia connessa alla presenza di calcoli all’interno della colecisti o cistifellea. I calcoli sono perlopiù composti da colesterolo ed hanno una maggiore valenza nel sesso femminile.

La presenza di bile satura di colesterolo fa in modo che questa sostanza si trasformi in piccoli cristalli che con il passare del tempo calcificano con la comparsa di calcoli veri e propri (simili a sassolini).

La calcolosi della colecisti può essere del tutto asintomatica e quindi non provocare alcun disturbo nel soggetto portatore di calcoli. Le tante difficoltà digestive che spesso e volentieri si associano ad un pasto non vengono quasi mai associate a calcolosi. Il sintomo più comune e chiaro è quindi la colica, un dolore che compare improvvisamente, specie nelle ore notturne, e si irradia verso la parte alta dell’addome e verso il fianco destro e il dorso del paziente.

Si accerta tramite esame ecografico o Tac e con metodiche ancora più avanzate quali la colangio-risonanza magnetica (per accertare la presenza di calcoli nel coledoco) o la colangiografia retrograda trans papillare (Ercp).
Le informazioni contenute nel Sito, seppur validate dai nostri medici, non intendono sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica.

Le Strutture Sanitarie che accertano o curano questa patologia

Articoli correlati a Calcolosi della colecisti

20 aprile 2022 - GVM

L’approccio mininvasivo alla calcolosi alla colecisti: i vantaggi e la tecnologia innovativa

Si stima che la calcolosi alla colecisti colpisca circa il 10% degli italiani, e il 15% dei casi si presenta dopo il superamento dei 40 anni.
Non trovi la patologia che stai cercando?
Clicca qui