Poliposi nasale

Con Poliposi nasale s’intende la presenza di una o più escrescenze tumorali benigne - a differente consistenza – all’interno dei seni paranasali o lungo la mucosa del naso. Se non asportate tendono ad aumentare di numero e volume.

Molto comune negli uomini dopo i 40 anni, i polipi nasali sono correlabili a patologie quali: allergie, asma bronchiale, fibrosi cistica, sinusite (specie nella forma cronica), disfunzioni del sistema immunitario, utilizzo di particolari farmaci, eccesso di smog cittadino.

La sintomatologia è piuttosto articolata e varia: il soggetto lamenta cefalea, congestione nasale, difficoltà respiratorie, dolori ricorrenti al volto, occhi che lacrimano, prurito e russamento notturno. A ciò si aggiungono rinorrea (il naso è sempre umido come nel caso di un forte raffreddore), anosmia (incapacità a riconoscere gli odori) e ageusia (non si percepiscono i gusti delle sostanze e dei cibi).

L’accertamento clinico avviene con il consulto dello specialista in Otorinolaringoiatria, test allergologici a livello cutaneo, esami di laboratorio, prove della funzionalità respiratoria, Tac, Risonanza Magnetica oppure Endoscopia nasale. La terapia proposta è di natura farmacologica o chirurgica.
Non trovi la patologia che stai cercando?
Clicca qui