ambulatorio

Il servizio di oculistica del San Pier Damiano Hospital si occupa di percorsi di prevenzione, diagnosi e cura delle patologie del sistema visivo, sia comuni che rare, in soggetti adulti e, con il servizio dedicato, anche nei bambini.

Le principali patologie trattate


Tra le prestazioni effettute: 

  • Esami dell’occhio completi di tonometria e fondo oculare
  • OCT - Tomografia ottica computerizzata
  • Angiografia OCT
  • Fluorangiografia
  • Campimetria computerizzata
  • Ecografia oculare
  • Topografia corneale
  • Prescrizione di lenti correttive per deficit visivi
  • Individuazione e correzione dei disturbi motori e sensoriali della vista e loro riabilitazione, in
    collaborazione con l'Ortottista
  • Attività chirurgica in regime di day hospital e di degenza > vedi Oculistica di ricovero

     
OCT e Angio OCT 

L'OCT o Tomografia Ottica Computerizzata è un esame diagnostico che in 15 secondi e in modo del tutto non invasivo consente di ottenere sfruttando raggi laser una scansione e ricostruzione 3D delle strutture interne dell’occhio. Analizza strato per strato le componenti indagando anche la rete vascolare, in questo caso si parla di Angiografia OCT o Angio-OCT.
 

Servizio Oculistico Pediatrico 

E’ attivo il servizio di oculistica dedicato ai pazienti da zero a quattordici anni specializzato nella prevenzione, diagnosi e cura delle affezioni oculari che possono emergere con lo sviluppo del bambino nella cosiddetta fase plastica (fino a 6 anni).

Il servizio esegue visite di controllo al fine di escludere l'eventuale presenza di patologie anche asintomatiche come l'occhio pigro, che se trattate precocemente possono essere corrette efficacemente con terapie mirate.

L’occhio pigro nel bambinoambliopia si manifesta con una visione sfocata da parte del bambino che in genere colpisce solo un occhio e non è accompagnato da alcuna modifica strutturale. La causa può essere rintracciata in un incorretto sviluppo della capacità visiva che però è reversibile purchè le vengano ripristinate il più precocemente possibile le condizioni della stimolazione.

Il mancato esercizio dell’occhio più debole accentua la differenza tra i due e può portare all’ipovisione di quello meno sviluppato. A 6 anni termina la fase detta di plasticità della retina, per cui lo sviluppo dell’occhio si considera ultimato per questo è fondamentale intervenire prima di questa età.


 

Informazioni sull'ospedale

Dove siamo

VIA PORTISANO 1, 48018 Faenza (RA)
Emilia-Romagna

Ottieni indicazioni

Come raggiungerci

Dalla statale n. 9 "Emilia" o dall'autostrada A14 uscita casello di Faenza
Stazione Ferroviaria di Faenza - 2 Km
Gli aereoporti più vicini sono:
Bologna (50 km), Forlì (15 km), Rimini (100 km)

Parcheggi

Parcheggio a pagamento videosorvegliato 

La struttura

Direttore Sanitario: Dott. Roberto Nonni
Amministratore Delegato: Maria Cecilia Sansavini
Posti letto: 148
Chi siamo
Carta servizi