Congiuntivite

La congiuntivite è un’infiammazione della membrana (congiuntiva) che ricopre l’interno delle palpebre e il bulbo oculare.

A causa della diretta esposizione ad agenti esterni, la congiuntiva è vulnerabile a infezioni batteriche, virali o micotiche (funghi). Può inoltre infiammarsi per la presenza di corpi estranei, esposizione ad agenti fisici o chimici, reazioni allergiche.

L’origine virale è la più diffusa, con infezioni da herpesvirus e adenovirus. L’infezione da funghi, piuttosto rara, è favorita dall’utilizzo prolungato di corticosteroidi in collirio. L’origine allergica è data dall’esposizione a particolari medicinali, polveri accumulate in casa, pollini. L’origine da agenti fisici e chimici è generalmente imputabile a calore, raggi X, radiazioni ultraviolette e infrarosse, acidi, alcali, tabacco, fertilizzanti e sapone.

Arrossamento della congiuntiva, normalmente trasparente, incremento delle secrezioni, prurito, fotosensibilità e percezione di un corpo estraneo nell’occhio sono sintomi di congiuntivite.

L’accertamento è compiuto per esame diretto e analisi dei sintomi, eventualmente ispezionando l’occhio con lampada a fessura.
Le informazioni contenute nel Sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica.

Articoli correlati a Congiuntivite

10 ottobre 2021 - GVM

Occhio rosso nel bambino: cosa può significare?

Non solo congiuntivite, ma anche affaticamento, infiammazioni e lesioni della cornea  
Non trovi la patologia che stai cercando?
Clicca qui