Ittero

Pigmentazione giallastra della pelle e del bianco dell’occhio (sclera) dovuta all’aumento di billirubina nel sangue.

Il disturbo è fisiologico nei neonati, mentre negli adulti è spesso sintomo di altre patologie. La billirubina è solitamente filtrata dal fegato ed espulsa con le feci, ma nell’ittero essa è sovrabbondante per forme di anemia, carenza di globuli rossi, forti emorragie interne, infarti per emorragia, patologie del fegato. In altri casi, il disturbo è provocato dall’ostruzione delle vie biliari, che impediscono il deflusso di billirubina.

Generalmente compare una colorazione giallastra del bianco degli occhi, che può estendersi nei casi più gravi a tutta la pelle. Le urine possono essere più scure e le feci più chiare del normale. Secondo le cause dell’ittero, possono manifestarsi anche milza o fegato ingrossati, accumulo di liquido nella cavità peritonale, dispepsia. Le forme più severe, che conducono a insufficienza epatica, comportano sintomi neurologici, fra cui sonnolenza e disorientamento, oltre a prurito per accumulo nella pelle di sali biliari.

L’accertamento avviene per esame dei sintomi e analisi di sangue, urina e feci per rilevare i livelli di billirubina.

Le Strutture Sanitarie che accertano o curano questa patologia

Non trovi la patologia che stai cercando?
Clicca qui