Rinite allergica

L’infiammazione della mucosa nasale a causa di una reazione allergica.

All’origine del disturbo ci sono gli allergeni contenuti nei pollini di alberi e piante oppure in ambienti domestici (muffe e acari della polvere) o professionali (resine, cereali, segature lignee). I pollini sono stagionali, rilasciati da alberi (querce, cipressi, olivi, betulle), piante graminacee o composite come parietaria, artemisia e ambrosia.

I sintomi tipici sono l’ostruzione nasale, associata a prurito al naso e crisi di starnuti, solitamente della durata di un’ora ogni 24 ore e per 48 ore. A seconda degli allergeni coinvolti, la rinite allergica può essere stagionale o cronica. Fra le complicazioni più comuni ci sono asma, congiuntivite e sinusite.

L’accertamento è compiuto esaminando la storia clinica del paziente e collegandola con i possibili allergeni, da individuare attraverso test cutanei e sierologici.
Non trovi la patologia che stai cercando?
Clicca qui