Fascite plantare

Un'infiammazione che colpisce le fibre della fascia plantare, che dal calcagno si estende verso la base delle falangi del piede.

La zona plantare viene sollecitata nel momento in cui il tallone si stacca dal suolo, provocando un aumento dell'angolo presente tra il metatarso e le dita e una conseguente distensione del legamento arcuato (o aponeurosi plantare).
L'infiammazione si origina per i continui sovraccarichi, microtraumatismi ripetuti durante le corse o le camminate, oppure per l'utilizzo prolungato di calzature non adatte. Anche il sovrappeso o l'obesità costituiscono un fattore di rischio.

La sintomatologia dolorosa si localizza principalmente nella zona calcaneare e si manifesta in maniera acuta quando si poggia il piede a terra. Il dolore è più acuto in mattinata e in base al grado di infiammazione prosegue durante la giornata intensificandosi o diminuendo. Possono presentarsi anche gonfiore e ipertermia. Sintoni associati sono invece mal di schiena e formicolio durante la deambulazione.

L'anamnesi del paziente e gli accertamenti che interessano la tipologia di dolore, le informazioni relative allo stile di vita e allo sport praticato, uniti alla palpazione della parte dolorante sono sufficienti per diagnosticare il disturbo. Ulteriori indagini diagnostiche per immagini consentono di confermare la diagnosi.

Le Strutture Sanitarie che accertano o curano questa patologia

Non trovi la patologia che stai cercando?
Clicca qui