Morbo di Parkinson

Una degenerazione del sistema nervoso che provoca un progressivo acuirsi di tremori, rallentamento motorio, rigidità muscolare.

Alla base del disturbo c’è una degenerazione neuronale che riduce la produzione di dopamina, un importante neurotrasmettitore, facendo perdere al paziente il controllo motorio. Le cause di questa degenerazione sono ancora ignote. In alcuni casi, la malattia può insorgere in seguito a tumore, assunzione di farmaic, trauma cranico, lesioni cerebrali.

Il primo sintomo del morbo è il tremore delle mani, specie a riposo. Il tremore si estende progressivamente a tutto il corpo, accompagnato da rigidità muscolare e difficoltà motorie che fanno assumere al paziente un’andatura tipica, con la parte superiore del corpo protesa in avanti e le articolazioni inferiori leggermente flesse. La progressione del morbo può condurre all’immobilità e, spesso, a una degenerazione, anch’essa progressiva, delle funzioni cerebrali.

L’accertamento è compiuto attraverso un’analisi dei sintomi e della risposta a terapie farmacologiche specifiche.
Le informazioni contenute nel Sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica.

Articoli correlati a Morbo di Parkinson

14 luglio 2021 - GVM

Parkinson e Alzheimer: nuove prospettive di trattamento con la TMS

La TMS in combinazione con la fisioterapia permette al paziente di avere miglioramenti sui sintomi motori delle patologie neurologiche
20 maggio 2021 - GVM

Patologie neurologiche e psichiatriche: l’approccio innovativo della TMS

La stimolazione magnetica transcranica può riportare le cellule neuronali allo status quo.
Non trovi la patologia che stai cercando?
Clicca qui