Cardiomiopatia ipertrofica

E’ una patologia che colpisce il cuore con un vistoso ingrossamento nello spessore delle pareti ed in special modo del ventricolo sinistro.

In molti casi, i pazienti affetti da cardiomiopatia ipertrofica evidenziano un’origine genetica della malattia. Numerose le esperienze in cui uomini e donne non manifestano sintomi, conducendo una vita pressoché normale. Diversamente vi sono testimonianze per le quali il ricorso allo specialista è dettato da segnali, molto gravi, d’insufficienza cardiaca (fiato corto, dolori al torace, facile affaticamento, palpitazioni) e dal rischio di morte improvvisa.

E’ una malattia inusuale che può colpire a qualsiasi età, sebbene sia abbastanza rara nei primi dieci anni di vita. I sintomi sono analoghi a qualsiasi altra malattia cardiaca: respiro corto, palpitazioni, dolore toracico, stanchezza, annebbiamento della vista, svenimento.

La diagnosi si basa sulle informazioni ricavate da una serie di esami e test clinici: Ecocardiogramma, Elettrocardiogramma, Risonanza Magnetica, esame del Dna, prova da sforzo, Holter e studio dell’elettrofisiologia.

Le Strutture Sanitarie che accertano o curano questa patologia

Non trovi la patologia che stai cercando?
Clicca qui