Pielonefrite

La pielonefrite è un’infezione batterica dei reni, che colpisce più frequentemente le donne che gli uomini.
Esistono una forma acuta e una forma cronica, con sintomi simili per tipologia, ma diversi per intensità e durata.

Come si manifesta

I sintomi caratteristici della pielonefrite sono:
  • dolore renale che si estende alla fascia lombare;
  • febbre alta;
  • bruciore alla minzione;
  • ridotto volume delle urine.
La pielonefrite acuta manifesta questi sintomi in forma violenta, ma ha durata breve dopo la sua risoluzione. La pielonefrite cronica, invece, ha un’intensità più lieve ma tende a recidivare.

Riconoscere tempestivamente i sintomi e intervenire con terapia antibiotica è importante per prevenire alcune complicazioni gravi, come l’infezione con pus a danno del rene e il danneggiamento dei tessuti renali (queste conseguenze sono più comuni con la pielonefrite acuta).

Quasi sempre a provocare la pielonefrite sono agenti batterici fecali, come l’Escherichia Coli e gli Enterococchi.
La via attraverso la quale questi batteri raggiungono i reni è la via ascendente dall’uretra alla vescica, fino ai reni, appunto. Questo spiega anche perché le donne sono più soggette a sviluppare l’infezione: l’uretra è più corta e meno protetta di quella maschile.

Alcuni ulteriori fattori di rischio possono essere:
  • calcoli renali e altre patologie ostruttive della vescica;
  • reflusso vescico-ureterale per insufficienza della valvola preposta a impedire all’urina di tornare ai reni;
  • vescica neurologica (una disfunzione che provoca incontinenza e che a sua volta è causata da un danno neurologico o associata a disabilità neurologiche);

In casi meno frequenti gli agenti patogeni possono raggiungere i reni attraverso la circolazione sanguigna o attraverso le vie linfatiche.
 

Per accertare la patologia sono necessari dei comuni test diagnostici.
In primo luogo, l’esame del sangue e l’esame delle urine con urinocoltura, per individuare l’agente patogeno che ha provocato l’infezione. Conoscere quale batterio (o, più raramente, quale virus o fungo) abbia provocato la pielonefrite è fondamentale per impostare la giusta terapia antibiotica.

Sono poi utilizzati gli esami di diagnostica per immagini, prima su tutti l’ecografia renale. In alcuni casi può essere dirimente una TC addominale.
Le informazioni contenute nel Sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica.

Le Strutture Sanitarie che accertano o curano questa patologia

Non trovi la patologia che stai cercando?
Clicca qui