Stenosi uretrale

La stenosi uretrale è un restringimento patologico del canale uretrale, dovuto a cause traumatiche o a patologie in genere infettive, che dà al paziente difficoltà nell’urinare.
Questo problema può riguardare diversi punti dell’uretra e il trattamento è quasi sempre chirurgico che, in caso di infezioni, può essere anticipato da terapia antibiotica.

Cause

Le cause delle stenosi uretrale possono essere traumatiche o patologiche.
I traumi che possono indurre un restringimento dell’uretra sono i seguenti:
  • traumi al bacino che generano la stenosi nella parte alta del canale
  • chirurgia urologica o endoscopia, per esempio per la correzione dell’ipospadia, pregressi interventi endoscopici
  • cateterismi uretrali
  • esami diagnostici come tamponi uretrali 
Le patologie che potrebbero scatenare la problematica, invece, sono quasi sempre di natura infettiva. Si tratta spesso di patologie a trasmissione sessuale.
Le infezioni possono causare un esito cicatriziale che ispessisce i tessuti del canale uretrale, impedendo al flusso di scorrere correttamente.

Negli uomini, anche le infiammazioni della prostata possono giocare un ruolo. Quantitativamente più rare, ma comunque da annoverare tra le cause possibili, sono, invece, le neoplasie e le forme tumorali a carico degli organi dell’apparato urogenitale.

La stenosi uretrale si manifesta perlopiù con i seguenti sintomi:
  • riduzione del flusso di urina e gocciolamento continuo dopo la minzione;
  • stimolo continuo alla minzione;
  • bruciore o dolore durante la minzione;
  • dolore al ventre, nella fascia sovrapubica;
  • sensazione di vescica piena;
  • presenza di sangue nelle urine.

Per diagnosticare un’ostruzione del canale uretrale si ricorre in primo luogo a una visita urologica completa.
Gli esami obiettivi e strumentali, sono, invece:
  • Uroflussometria: durante l’esame il paziente urina all’interno di un contenitore collegato a un apparecchio digitale, in grado di calcolare la velocità del flusso. Un rallentamento o un’interruzione possono essere la spia di un restringimento dell’uretra;
  • Uretrocistografia con mezzo di contrasto: è un esame radiologico che sfrutta i raggi X per analizzare la vescica e l’uretra individuando eventuali anomalie nell’anatomia;
  • Endoscopia urologica o uretroscopia: si tratta di un esame endoscopico in cui una sonda flessibile o uno strumento rigido operativo vengono inseriti nel canale uretrale per visualizzare le pareti interne ed eseguire un eventuale contestuale trattamento endoscopico (incisione della stenosi con lama a freddo o laser).
Le informazioni contenute nel Sito, seppur validate dai nostri medici, non intendono sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica.

Le Strutture Sanitarie che accertano o curano questa patologia

Articoli correlati a Stenosi uretrale

21 maggio 2024 - GVM

La chirurgia ricostruttiva per la stenosi dell’uretra

L’ostruzione dell’uretra può essere trattata con trattamenti chirurgici che ricostruiscono il canale urinario con innesti di tessuto   
24 maggio 2023 - GVM

La cistoscopia: come si svolge e quali patologie si diagnosticano e trattano

Si utilizza per gli esami diagnostici, per l'asportazione di calcoli, polipi e lesioni tumorali
14 giugno 2022 - GVM

Chirurgia rigenerativa mininvasiva con l'utilizzo di tessuto adiposo ultrafiltrato per le patologie urogenitali

Oggi parliamo dell’utilizzo del tessuto adiposo ultrafiltrato per la cura dell’atrofia vulvo-vaginale e per le stenosi dell’uretra femminile 
Non trovi la patologia che stai cercando?
Clicca qui

Prenotazioni e appuntamenti nel palmo della tua mano

La nuova app MyGVM ti permette di trovare il tuo medico preferito, prenotare visite, controllare l’esito degli esami direttamente dal tuo telefonino! Scaricala ora:
anni