Aneurisma radice aortica

La dilatazione progressiva e irreversibile della radice aortica, il tratto di aorta più vicino al cuore.

L’aneurisma della radice aortica ha cause sconosciute. Può insorgere in seguito a traumi, lesioni, infiammazioni. Fra i fattori di rischio, i più comuni sono ipertensione, ipercolesterolemia, aterosclerosi, fumo, obesità, familiarità. La dilatazione può avere un’evoluzione lenta e manifestarsi in età avanzata. Nei casi più gravi, può condurre a rottura o lacerazione del vaso, con conseguenze gravi, anche letali.

In presenza di dilatazioni contenute, il disturbo è asintomatico. Dilatazioni importanti possono produrre dolori alla schiena o al torace, associati a disturbi respiratori, sibili, difficoltà a deglutire, afonia. L’evoluzione può essere più rapida in presenza di difetti o calcificazioni alle valvole cardiache, infezioni o malattie congenite dei tessuti connettivi. La rottura o lacerazione improvvisa della radice aortica provoca emorragia interna con conseguenze anche letali.

In mancanza di una sintomatologia chiara, si può accertare e monitorare la presenza di dilatazioni della radice aortica mediante una radiografia toracica, se necessario ulteriormente indagata con tomografia assiale computerizzata (TAC), risonanza magnetica (RM) o ecocardiografia transtoracica.

Le Strutture Sanitarie che accertano o curano questa patologia

Non trovi la patologia che stai cercando?
Clicca qui